Pile composte

Sulla pagina informazioni sui pali compositi e lo scopo della loro applicazione, imparerai a conoscere i tipi di pali compositi, GOST, la tecnologia di immersione, c'è un video visivo. Il blocco delle palificazioni a Mosca e nella regione può anche essere ordinato sul nostro sito web.

I componenti sono pile, che, prima dell'installazione nella posizione di lavoro e nella fissazione, sono due (superiore e inferiore) e sezioni di nucleo separate. Per il collegamento in una singola unità durante la guida all'estremità di queste parti, le parti incorporate sono fisse. Questa tecnologia consente di aumentare la profondità dell'immersione del pelo.

Per utilizzare il servizio di installazione di pali compositi su terreni di qualsiasi struttura è offerto dalla società di costruzioni Bogatyr LLC. La guida viene effettuata con un'attrezzatura speciale di tipo a ruote oa cingoli, che consente di garantirne l'arrivo anche in luoghi difficili da raggiungere.

Fig. 1: pile composte


L'ambito di applicazione delle pile composte in cemento armato

Il compito principale delle pile composte è quello di creare strutture di fondazione profonde per la costruzione di strutture civili, residenziali e industriali su qualsiasi terreno. Tale pila può funzionare in uno stato di sospensione o come rack ed è progettata per la percezione di significativi carichi di compressione che agiscono nella direzione verticale. La pila composita non deve fare affidamento su:

  • torba;
  • terreno;
  • terreno debole (ad esempio, limoso);
  • terreno altamente comprimibile (ad esempio, fluido argilloso).

Consulenza di esperti! Il carico non dovrebbe avere un componente dinamico significativo ed essere il più statico possibile. Ogni parte della pila composita deve superare una prova di carico statica e dinamica prima dell'installazione.

Molto spesso, le pile composte vengono utilizzate nei seguenti casi:

  • notevole spessore dello strato debole superiore del suolo,
  • la necessità di rafforzare la fondazione di pile sotto gli oggetti costruiti con spazio limitato,
  • incapacità di produrre pile solide della lunghezza richiesta.

Un esempio dell'uso su larga scala di pile composite è la costruzione di uno stadio a Rostov-on-Don, progettato per contenere 45 mila spettatori. Secondo il progetto, la fondazione di questo complesso sportivo sarà formata da più di 10.000 coppie di pile composite. Tutto questo numero di pile è pieno di sei battipali.

Anche le pile composte sono state scelte come elemento fondamentale per la costruzione di uno stadio a Kaliningrad. Nella documentazione del progetto, il numero di pile supera i 7.000 pezzi e la loro lunghezza è di 24 ÷ 28 m. Allo stesso tempo, la struttura del terreno sul cantiere crea difficoltà per la guida a una profondità di 20 m. Come risultato della verifica della capacità portante dei pali compositi, è stata confermata la loro conformità ai requisiti di progettazione.

Fig. 2: pile di materiali compositi immersi in un campo di pila

Tipi di pile composte rinforzate

Il design di qualsiasi pila composita è costituito da due parti diverse: la inferiore e la superiore. Una caratteristica distintiva della parte inferiore è il punto all'estremità inferiore immerso. Alla sua estremità superiore c'è un elemento di collegamento del mutuo. La parte incorporata corrispondente viene fornita anche nella parte inferiore della parte superiore della pila composita.

La forma del perimetro di una sezione di pile composte è un quadrato o un cerchio. La lunghezza di una delle sue parti può essere uguale a 8 ÷ 16 m (la parte superiore può avere una lunghezza di 6 m).

Per il rinforzo longitudinale vengono utilizzate barre laminate a caldo con un diametro di 12 ÷ 20 mm (classe di rinforzo AII o AIII). Il rinforzo trasversale viene eseguito con filo BPI. Se nella produzione di pali viene utilizzato un rinforzo non sollecitato, il grado della miscela di calcestruzzo non deve essere inferiore a 200 (calcestruzzo pesante con resistenza alla compressione non inferiore a B25). La frazione massima di aggregato (pietrisco) - 40 mm.

Fig. 3: parte incorporata su pile composte

Gli elementi incorporati sono realizzati in acciaio al carbonio e possono essere collegati nei seguenti modi:

  • saldatura;
  • supporto gratuito attraverso il conduttore;
  • sistema tubolare;
  • bullone;
  • bloccaggio;
  • chiave adesiva;
  • giunto adesivo;
  • tipo stakanny incernierato;
  • pin.

Consulenza di esperti! La massima producibilità e la capacità di percepire i vari carichi (compressione, flessione, trazione) hanno connessioni saldate, a chiave adesiva e con perno. Il vantaggio principale dei pali compositi è la facilità di produzione e l'uso di attrezzature speciali economiche per la guida.

Marcatura di pile composte

Quando si contrassegnano pali compositi, vengono utilizzate le disposizioni di GOST 19804-89.

La prima lettera determina il tipo di sezione (C - quadrato pieno, SP - quadrato vuoto, SC - rotondo vuoto, WITH - palo esterno).

Un trattino indica due numeri separati da un punto. Il primo indica la lunghezza del palo (in dm), e il secondo - la lunghezza del lato della sua sezione trasversale (in cm).

Fig. 4: Marcatura di pile composte


Indica inoltre la parte del cumulo composito (HC - sezione inferiore, BC - parte superiore), il metodo di connessione (saldato a S.) e il tipo di rinforzo (diametro e classe):

  • 1-12 e AII;
  • 2-12 e AIII;
  • 3-14 e AIII;
  • 4-16 e AIII;
  • 5-18 e AIII;
  • 6 - 20 e AIII.

Pile composite: GOST

I requisiti per i parametri dei pali compositi (geometrici, meccanici, fisici) dipendono dalle caratteristiche della loro applicazione e sono stabiliti negli standard statali pertinenti:

  • GOST 19804.6-83 - per gusci di pile e sezioni cave circolari con rinforzo non sollecitato;
  • GOST 19804-91 - per pile di gusci, sezione quadrata solida e cava di calcestruzzo pesante con rinforzo precompresso o non sollecitato per qualsiasi struttura, eccetto quelle idrauliche;
  • GOST 19804-2012 - per pali a pelo, a sezione quadrata e cava con rinforzo precompresso e non sollecitato.

Tecnologia di montaggio e guida per pile composte

Ogni lotto di pile guidate consegnate al cantiere deve avere una documentazione di accompagnamento.

Non utilizzare il driver a pila vibrante per sommergere la pila composita.

Il palo inferiore è posizionato sul punto di guida con un punto all'estremità inferiore (la precisione di installazione è determinata dai requisiti di progettazione e non supera 1 cm).

Consulenza di esperti! È necessario osservare l'allineamento e la verticalità del palo e del boma (il colpo centrale assicura il massimo trasferimento di energia).

Fig. 5: modello di guida del palo composto


Lo stadio iniziale di immersione viene eseguito da singoli colpi di bassa potenza. In questo caso, è necessario utilizzare una sotto-gabbia per impedire la deformazione della parte incorporata. Durante questo processo viene attentamente controllato (piombo, teodolite) e, se necessario, corregge la verticalità della pila. Se ci fosse una deviazione dalla posizione di progettazione, allora dovresti:

  • inclinare il braccio fino a quando gli assi del martello e il movimento della pila coincidono;
  • sposta il conducente alla distanza richiesta.

Consulenza di esperti! Se la struttura geologica del sito di costruzione contiene strati di sabbia densa, anche di 2 m di spessore, allora sarà necessario utilizzare martelli più pesanti per pilotare pile composte alla profondità richiesta. In alternativa, è possibile utilizzare la tecnologia di perforazione leader, che è efficace anche su terreni ghiacciati (è possibile utilizzare buche per fori).

Fig. 6: Guida ai moli di immersione con la perforazione del capo


La guida a piena potenza inizia dopo che la parte inferiore viene immersa alla profondità richiesta in una data posizione. Nel processo di guida è necessario monitorare la velocità dell'immersione del pelo: deve corrispondere alla struttura degli strati del terreno.

Consulenza di esperti! L'alta velocità dell'immissione del pelo durante il passaggio di terreni densi indica la formazione di una frattura nella sua struttura, che è pericolosa per i lavori di costruzione.

Dopo che la parte inferiore della pila è immersa fino all'altezza della sua estremità superiore sopra il livello del terreno di 10 ÷ 100 cm, la sua parte superiore è collegata. Per questo, le parti si trovano su una linea retta (gli assi centrali devono coincidere) e la giunzione risultante tra le parti incorporate viene saldata mediante saldatura ad arco. È vietato l'uso di guarnizioni nel giunto. Quindi la saldatura deve essere protetta dalla corrosione con uno strato di Kuzbasslak (in terreni con un ambiente corrosivo aggressivo si consiglia di utilizzare vernice epossidica).

Video di guida su palo composto

Rinforzo di pali in cemento armato dell'azienda "Bogatyr"

Se secondo la documentazione di progetto di un oggetto da costruzione è richiesta la costruzione della sua fondazione da pali in cemento armato composito, Bogatyr SK offre i servizi di operai specializzati e attrezzature speciali. Garantiamo un'elevata qualità del blocco delle pile composite e il completamento minimo di tutte le opere.

Le basi in pila dei componenti dovrebbero essere utilizzate nella costruzione:

  • edifici residenziali;
  • edifici industriali;
  • alloggi individuali;
  • edifici bassi;
  • alberi cellulari;
  • hangar;
  • pali di trasmissione di potenza;
  • impianti di produzione.

Fig. 7: Costruzione di un edificio industriale con pile composte

Vantaggi dell'applicazione a Bogatyr Insurance Company

Un importante vantaggio di Bogatyr LLC è la fornitura di una gamma di servizi, tra cui:

Consulenza di esperti! Tutto il lavoro viene svolto da personale professionalmente preparato ed esperto sotto la guida dello staff tecnico responsabile. Ciò consente di garantire una soluzione ottimale e rapida ai problemi di qualsiasi complessità insorti nel processo di guida.

Ad esempio, se vi sono dubbi sulla capacità di carico delle pile (statiche e dinamiche), è possibile determinarle sul campo mediante prove appropriate.

In alcuni casi, la semplice guida del palo in una posizione strettamente verticale è impossibile per una serie di motivi. In questi casi, la società di costruzioni "Bogatyr" offre perforazioni leader utilizzando un'efficiente macchina di perforazione e palificazione. Questa tecnologia amplia notevolmente le possibilità di pilotare pile composte nei terreni di qualsiasi struttura.

Ordinare la guida in pila

La presenza delle nostre attrezzature speciali e un approccio individuale alle condizioni di cooperazione con i clienti rendono Bogatyr Insurance Company la scelta migliore per l'esecuzione di lavori di palificazione nella regione centrale della Federazione Russa. Per volumi medi e piccoli, è consigliabile utilizzare veicoli speciali a ruote e, per grandi volumi di guida, è ottimale attirare veicoli speciali cingolati. Per iniziare, lascia l'applicazione:

Materiali utili

Profondità del fondotinta

Determinare la profondità della fondazione è la prima fase della progettazione di tutti i tipi di fondazioni in cemento armato.

Gonfiore al suolo

Da questo materiale imparerai cosa è il gonfiore del gelo e quale pericolo rappresenta per la fondazione.

Associazione vincolante

In questa pagina esamineremo i motivi dell'utilizzo del binding della fondazione, nonché i tipi di binding e la tecnologia del suo arrangiamento.

Giunto saldato di pali compositi

30 ottobre 1987

SU DISEGNO DI CAVALLI COMPOSTI IN CEMENTO ARMATO

Ristampato dalla decisione della sezione delle strutture in calcestruzzo e cemento armato del Consiglio scientifico e tecnico dell'Istituto nazionale di ricerca dei trasporti ferroviari, 1 dicembre 1986

Contiene le disposizioni di base per la progettazione, l'applicazione e la fabbricazione di pile composte in cemento armato di sezione quadrata solida, nonché raccomandazioni per il calcolo, la progettazione e l'implementazione di giunti di tipo stakanny (tubolari e scatolari), saldati, imbullonati e adesivi di tre tipi.

Progettato per gli ingegneri tecnici e ingegneri delle organizzazioni di ricerca, progettazione e costruzione e fabbriche di strutture in cemento armato.

Le raccomandazioni includono proposte per la progettazione, la fabbricazione e l'uso di pile composte, a sezione quadrata solida con giunti di testa raccomandati per l'uso di massa. Le raccomandazioni forniscono indicazioni sulla progettazione e sulla costruzione di giunti di tipo stakanny (tubolari e scatolari), saldati, imbullonati e incollati di tre tipi.

Le soluzioni costruttive dei giunti di testa e le proposte per la loro progettazione e realizzazione sono state sviluppate sulla base dei risultati di studi sperimentali e teorici condotti a NIIZHB, tenendo conto dell'esperienza di progettazione e utilizzo di pile composte. Allo stesso tempo, sono stati presi in considerazione i materiali dello sviluppo del progetto realizzati da GPI "Basementproekt", gli istituti Giprogor e NIIPromstroy insieme a NIIZHB.

Nell'elaborare le Raccomandazioni, siamo stati guidati dai requisiti di SNiP 2.03.01-84 "Strutture in calcestruzzo e cemento armato", SNiP II-23-81 "Strutture in acciaio", SNiP 2.02.02-85 "Fondazioni su pali", SNiP 2.03.11-85 "Protezione delle strutture edilizie dalla corrosione ", nonché le istruzioni dei manuali e dei manuali pertinenti a SNiP e le disposizioni degli standard esistenti.

Le raccomandazioni sono state sviluppate dal laboratorio di strutture pre-sollecitate dell'Istituto di ricerca statale degli enti di costruzione delle macchine del Comitato per la costruzione dello Stato dell'URSS (candidati di scienze tecniche, VA Yakushin ed EM Cherikover, ingegnere IV Larin).

Quando introduce nuovi sviluppi, NIIZHB fornisce assistenza scientifica e tecnica (sulla base di contratti economici) e di consulenza (con pagamento sotto garanzia).

1. DISPOSIZIONI DI BASE

1.1. Queste raccomandazioni si applicano alla progettazione di pali in calcestruzzo armato composito guidato di sezione quadrata solida progettata per fondazioni di edifici e strutture, diversi dall'ingegneria idraulica, e non si applicano a pile immerse nel suolo permafrost e pile usate in cantieri con sismicità superiore a 6 punti. La portata dei pali compositi in termini di condizioni del terreno corrisponde al GOST 19804.0-78 "Calcestruzzo armato guidato" di GOST raccomandato. Queste raccomandazioni considerano le articolazioni, preferibilmente raccomandate per l'uso di massa.

1.2. Le pile composte sono costituite da maglie prefabbricate in cemento armato a sezione quadrata continua, preferibilmente di due maglie, tuttavia, con uno studio di fattibilità appropriato, è possibile aumentare il numero di maglie. A seconda del posto nel mucchio (Fig. 1), i collegamenti sono suddivisi in quelli inferiori, superiori e centrali.

Nota. Per comodità di presentazione, nella seguente descrizione dei giunti, il collegamento sotto il giunto sarà chiamato quello inferiore, il collegamento sopra il giunto - quello superiore.

Fig. 1. Schema di pila composita ad immersione

e - il momento di attracco; b - dopo l'immersione;

1, 2, 3 - rispettivamente inferiore,

collegamento superiore e intermedio; 4 - giunto

1.3. Si consiglia di determinare la lunghezza e le dimensioni della sezione trasversale di una pila composita nella prima fase di progettazione, sia per un mucchio solido in conformità ai requisiti di SNiP 2.02.02-85 "Fondazioni su pali", in base ai carichi, alle condizioni del terreno e all'attività di progettazione. In futuro, quando si progetta una pila composita, si consiglia di specificare le dimensioni della sezione trasversale dei collegamenti.

1.4. Per motivi economici, si raccomanda di considerare la questione della sostituzione di pile integrali con una lunghezza di oltre 12 m. Si consiglia di assegnare la lunghezza dei collegamenti a un multiplo di 1 m nell'intervallo da 6 a 14 m, tenendo conto delle condizioni di fabbricazione, trasporto e immersione utilizzando l'attrezzatura standard. Consigliato principalmente per l'uso nei collegamenti pila della stessa lunghezza.

1.5. La sezione trasversale dei collegamenti nella pila è raccomandata per essere la stessa, ma con la giustificazione appropriata è consentito utilizzare pile costituite da collegamenti con diverse sezioni trasversali. Le dimensioni delle sezioni trasversali si consigliano di essere prese in multipli di 5, principalmente da 30 x 30 cm a 45 x 45 cm, in alcuni casi fino a 60 x 60 cm.

1.6. Si consiglia di eseguire pali compositi precompressi, dai collegamenti con rinforzo longitudinale precompresso e con rinforzo trasversale del tronco, o quelli consueti, dai collegamenti con rinforzo longitudinale non sollecitato. È preferibile utilizzare pile composte precompresse.

1.7. L'implementazione dei giunti è prevista nella posizione verticale dei collegamenti sotto il telaio del capo dopo aver immerso alternativamente i collegamenti inferiore e medio. La progettazione dei giunti viene eseguita dalla condizione di garantire l'allineamento dei collegamenti e la forza richiesta della connessione.

1.8. Il design dei giunti consigliati si basa su vari principi di unione di elementi in cemento armato e viene eseguito:

giunti di tipo vetroso (tubolare e scatolato) - a causa del pizzicamento meccanico della parte inferiore del collegamento superiore, realizzato sotto forma di una chiave con una superficie corrugata concreta, in una "tazza" metallica fissata all'estremità del braccio inferiore (Fig. 2, a, b);

giunto saldato - grazie alla connessione sulla saldatura di parti integrate installate alle estremità di entrambi i collegamenti (Fig. 2, c);

bullonatura - collegando bulloni di parti incorporate che sono installate anche alle estremità di entrambi i collegamenti (Fig. 2, d);

Giunto adesivo - grazie al fissaggio sul materiale adesivo i perni di rinforzo di collegamento installati all'estremità del collegamento superiore nei fori previsti nella parte superiore del collegamento inferiore (Fig. 2, e).

Fig. 2. Tipi di articolazioni

a, b - tipo stakanny (a - tubolare, b - a forma di scatola);

in - saldato; g - imbullonato; g - colla

In questa Raccomandazione, vengono considerati tre tipi di giunzioni di colla: con un perno (tipo I), con due perni (tipo II), con quattro o con un numero elevato di perni (tipo III).

1.8. Quando si sceglie un giunto di testa, oltre agli indicatori tecnici ed economici del giunto, è necessario considerare i seguenti fattori:

a) i giunti di tipo stakanny, imbullonati e colla tipo I e II sono consigliati per essere utilizzati in pile costituite da due maglie, e saldate e incollate tipo III - con qualsiasi numero di maglie nella pila;

b) si raccomanda di assegnare il tipo di giunture tenendo conto della sezione trasversale della pila e del tipo di sforzo progettuale al giunto durante i periodi di costruzione e di esercizio:

Giunto │ Dimensioni massime │ Forze congiunte stimate

│ cm │ compressione │ flessione │ stiramento │ trasversale

Tubolare │ 40 x 40 │ + │ + │ - │ (+)

Scatola │ 35 x 35 │ │ │ │

Saldato │ Senza limitazioni │ + │ + │ + │ +

Bolted │ 40 x 40 │ + │ (+) │ (+) -

Tipo II │ 40 x 40 │ + │ (+) │ (+) -

Tipo III │ Senza limitazioni │ + │ + │ + │ +

(+) - è consentito con una quantità limitata di sforzo.

c) in pile con rinforzo longitudinale non sollecitato è possibile utilizzare qualsiasi variante di giunto considerata, e in quelli precompressi è preferibile utilizzare un giunto tubolare saldato di tipo III saldato;

d) tenendo conto della temperatura dell'aria prevista durante i lavori di palificazione, si raccomanda di eseguire i giunti ad una temperatura non inferiore a:

t = -5 ° C - colla;

t = -20 ° C - avvitato;

t = -30 ° C - saldato;

t = -40 ° C - tipo stakannogo;

e) si raccomanda di tener conto del fatto che, con appropriate composizioni di materiale adesivo, i giunti adesivi, a differenza di altri tipi di giunzioni, non necessitano di protezione anticorrosiva.

1.9. Quando si progettano i collegamenti, si consiglia di spostarli in posizione orizzontale durante il sollevamento mediante anelli di montaggio (sollevamento) e durante la posa su guarnizioni di supporto, nonché il trasferimento da una posizione orizzontale a una verticale mediante un anello di sollevamento durante il sollevamento con un battipalo. Si consiglia di installare anelli di sollevamento e cuscinetti di supporto a una distanza di 0,2 l da entrambe le estremità del collegamento e di posizionare un'imbragatura quando si solleva su un battipalo - a una distanza di 0,3 l dall'estremità superiore del collegamento, dove L è la lunghezza della parte prismatica del palo.

1.10. Quando si scelgono materiali per la fabbricazione di pile composte, inclusi materiali per l'implementazione di giunti di testa, si dovrebbe seguire le istruzioni di SNiP 2.03.01-84, SNiP II-23-81, SNiP 2.03.11-85 tenendo conto delle raccomandazioni [3] e del capitolo 4 di queste raccomandazioni.

2. CALCOLO DEI PALI COMPOSTI

2.1. Il calcolo delle pile composte è raccomandato per le fasi di produzione, trasporto, costruzione e funzionamento. I valori di carico e di impatto dei fattori di sicurezza del carico e dei fattori di combinazione, nonché la divisione dei carichi in permanenti e temporanei, devono essere presi in conformità ai requisiti di SNiP 2.01.07-85 "Carichi e impatti", SNiP 2.02.02-85 e SNiP 2.03.01 -84, e fatte salve le disposizioni dei paragrafi. 2.2 e 2.5 di queste raccomandazioni. I valori dei coefficienti di affidabilità per lo scopo dovrebbero essere presi in conformità con le "Regole per la contabilizzazione del grado di responsabilità di edifici e strutture nella progettazione di strutture".

2.2. La pila composita deve essere progettata per la percezione degli sforzi che si manifestano durante la costruzione e i periodi operativi. Nel caso generale, il calcolo delle pile viene effettuato sull'effetto combinato di carichi e momenti verticali e orizzontali. I valori calcolati dei momenti flettenti M, le forze di compressione longitudinale N e di trazione, così come le forze di taglio Q nelle sezioni di palo si consiglia di determinare in base a SNiP 2.02.02-85 inizialmente per pile solide, e quindi, tenendo conto delle modifiche apportate al progetto, specificare per pile composte. Tenendo conto della possibilità di deviazioni geometriche quando si collegano collegamenti non presi in considerazione dal calcolo, si consiglia di ridurre il carico verticale consentito per pila solida dopo la guida, per una pila composita con uno, due, tre o più giunti da ridurre rispettivamente del 10, 15 e 20%.

2.3. In generale, il disegno delle maglie di palo per gli sforzi determinati dalla clausola 2.2 è raccomandato per procedere sulla base della combinazione più sfavorevole di sforzi per la pila nel suo complesso. Negli sviluppi individuali, basati sull'uso razionale dei materiali, si raccomanda che i collegamenti siano progettati tenendo conto della loro posizione nel mucchio e in conformità con gli sforzi compiuti con la combinazione più sfavorevole di questi ultimi per ciascun collegamento separatamente.

2.4. Quando si progettano i giunti secondo la clausola 2.2, in genere si consiglia di procedere dalla condizione di garantire una resistenza uguale delle giunzioni e dei collegamenti collegati. Nei giunti di progettazione individuali, si raccomanda di contare sulle forze che si formano a livello dell'articolazione a causa dell'impatto sulla pila di carichi di progetto. Allo stesso tempo, tenendo conto della responsabilità del giunto di testa, si raccomanda di aumentare del 10% lo sforzo calcolato sull'articolazione, determinato sia dalla condizione di uguale forza sia dagli sforzi compiuti.

Nota. Quando si progettano giunti, è sempre necessario osservare la condizione della loro uguale resistenza ai collegamenti che vengono collegati durante il calcolo delle pile per la compressione. Si raccomanda inoltre di osservare la condizione di forza uguale quando si calcola la pila sulla curva. È permesso non soddisfare la condizione di forza uguale quando si calcola una pila per trazione e forza trasversale. Queste deviazioni dalla condizione di uguale forza ci permettono di ottenere soluzioni più economiche delle giunzioni per casi specifici, tuttavia impongono restrizioni note sulla loro area di applicazione per i carichi (vedi clausola 1.8, pos. "B").

2.5. I collegamenti della pila composita dovrebbero, in generale, essere progettati per le forze che si generano in essi durante la fabbricazione, il trasporto, lo stoccaggio e durante il sollevamento sul battipalo. In questo caso, viene fornito il calcolo dei collegamenti per l'azione del momento flettente dalla propria massa, il cui valore per ciascun caso è determinato in base allo schema di progetto. Quando si implementano le raccomandazioni della sezione 1.9, è sufficiente calcolare i collegamenti per l'effetto del momento flettente che si verifica quando vengono sollevati sul battipalo dalla posizione orizzontale in un punto nel punto di imbracatura. In questo caso, nel determinare lo sforzo di progettazione, è necessario tenere conto del fattore di sicurezza del carico e del fattore dinamico, i cui valori sono raccomandati per essere uguali a 1.1 e 1.4, rispettivamente.

2.6. Quando si guidano pile composite nelle maglie e nella giunzione, si verificano le forze dinamiche di compressione e tensione dovute agli urti longitudinali. Il calcolo dei collegamenti per le forze dinamiche non viene eseguito. Si raccomandano giunzioni di pali per contare sull'azione delle forze di trazione, la cui ampiezza può essere determinata in accordo con le dimensioni della sezione trasversale della pila dalla condizione che le tensioni di trazione sulla base di dati sperimentali siano assunte pari a 5 MPa. Non è necessario controllare i giunti per l'effetto delle forze di compressione.

Nota. I giunti impilabili realizzati mediante pinzatura meccanica non vengono calcolati per le forze di trazione.

2.7. Le pile per tutti i tipi di forze sono calcolate per sezioni normali rispetto all'asse longitudinale, in base alle condizioni limite dei primi (per forza) e del secondo (per resistenza alla rottura) secondo le disposizioni di progettazione di SNiP 2.03.01-84. Quando si progettano i collegamenti per le sezioni trasversali del progetto, si consiglia di prendere sezioni nella parte centrale del loro tronco. Con cambiamenti significativi nella grandezza degli sforzi lungo la lunghezza del collegamento, il suo disegno è permesso di essere eseguito su sezioni calcolate in due o tre livelli. Quando si progettano i giunti, si raccomanda di eseguire le sezioni di progettazione secondo le istruzioni fornite al punto 6.1.

2.8. Quando si calcola la resistenza dei collegamenti per calcolare le forze generate durante il sollevamento sul battipalo (vedere Sezione 2.5), i requisiti della categoria 1 sono soddisfatti (la formazione di crepe non è consentita) quando si rinforzano i collegamenti di rinforzo di filo e cavo precompresso e i requisiti della terza categoria (ammessi per la larghezza della crepa corta si apre fino a) quando si rafforzano i collegamenti con barre di rinforzo sia pre-stress che non pre-stressate. La categoria di resistenza alla rottura della pila e la larghezza massima ammissibile dell'apertura della fessura durante il calcolo dei collegamenti per le forze specificate nei paragrafi. 2.2 e 2.3, si consiglia di nominare secondo le istruzioni di SNiP 2.03.01-84 e SNiP 2.03.11-85.

3. DISEGNI COMUNI

3.1. La progettazione di giunti di pali compositi viene eseguita tenendo conto dei requisiti di progettazione di SNiP 2.03.01-84 e SNiP II-23-81, sulla base delle seguenti ipotesi:

a) i giunti di testa devono garantire una trasmissione affidabile delle forze e la resistenza dei collegamenti che si uniscono nella zona di giunzione. Il trasferimento di forze da un collegamento ad un altro è fornito attraverso elementi di collegamento;

b) le parti incorporate sono fissate nel calcestruzzo usando barre di ancoraggio. Non è prevista la saldatura di parti incassate al rinforzo longitudinale dei collegamenti;

c) per tutti i tipi di giunti, ad eccezione della colla, la protezione dalla corrosione viene fornita secondo SNiP 2.03.11-85.

3.2. La progettazione di parti integrate per giunti di testa viene effettuata sulla base dei seguenti prerequisiti:

a) le parti incorporate sono progettate tenendo conto dei requisiti di progettazione di SNiP 2.03.01-84 e SNiP II-23-81, nonché delle raccomandazioni [3];

b) le barre di ancoraggio sono saldate alle parti principali delle parti incorporate in un foro (giunto saldato e bullonato) o sovrapposte (giunzioni di tipo a vetro). Le connessioni saldate delle parti integrate sono progettate tenendo conto delle istruzioni di SNiP 2.03.01-84 e Raccomandazioni [3];

c) i materiali per la produzione di parti integrate sono assegnati secondo le istruzioni di SNiP 2.03.01-84 e Raccomandazioni [3]. Le ancore sono preferibilmente raccomandate per essere costruite in classe di rinforzo delle barre A-II e A-III con un diametro di 10 - 25 mm;

d) per le parti integrate e gli elementi di collegamento, la protezione dalla corrosione è fornita secondo SNiP 2.03.11-85.

Giunti manica

3.3. Per accoppiare le maglie di pali usando giunzioni di tipo ad impilamento (Fig. 3), la parte incassata è fornita all'estremità di testa del collegamento inferiore e la chiave di cemento armato con corrugazioni sulla superficie laterale si trova all'estremità di testa del collegamento superiore. Quando si aggancia la chiave e il vetro vengono combinati. Il vetro è realizzato con una partizione interna per il riposo dei tasti. La densità di articolazione della chiave con il vetro è creata dal collasso delle proiezioni di corrugazioni in calcestruzzo. L'inserimento della chiave nel vetro è fornita dall'azione del peso proprio del collegamento superiore e del martello montato sulla testa del collegamento superiore, nonché da diversi colpi del martello con un'altezza di sollevamento di 30 - 50 mm. Per garantire la sicurezza del vetro durante la guida del collegamento inferiore, si consiglia di utilizzare uno speciale podbabok installato sulla partizione interna del vetro.

Fig. 3. Giunto di tipo testa a testa

a, b - rispettivamente, il collegamento superiore e inferiore;

1 - chiave con scanalature; 2 - aggiuntivo

telaio; 3 - vetro (tubo o condotto);

4 - partizione interna; 5 - barre di ancoraggio

3.4. Il vetro per giunti tubolari è costituito da una sezione di tubo d'acciaio, per giunti a forma di scatola - da una scatola saldata formata da quattro piastre. All'interno del vetro c'è una parete in lamiera d'acciaio, rispettivamente a forma di cerchio o quadrato. Le barre di ancoraggio sono raccomandate per saldare la sovrapposizione alla superficie interna del vetro e combinarle a spirale. Al fine di evitare la formazione di sacche d'aria, durante la cementazione del collegamento inferiore e quando si uniscono i collegamenti, è necessario praticare fori nelle pareti del vetro su entrambi i lati della partizione.

3.5. Si raccomanda che la scheda concreta, che fa parte del collegamento superiore, sia rinforzata con una struttura spaziale. Si consiglia di eseguire le corrugazioni sulla superficie laterale della chiave sotto forma di sporgenze trasversali che circondano la chiave con la stessa altezza lungo l'intero perimetro.

3.6. Quando si progetta il vetro si consiglia di osservare le seguenti condizioni:

a) si raccomanda di designare il diametro esterno del tubo e le dimensioni esterne del condotto entro 0,8b - 0,95 b, ma non di più, dove è lo spessore dello strato protettivo dell'isolamento del giunto di testa. Per i collegamenti precompressi, è necessario prevedere la possibilità di far passare il rinforzo precompresso vicino al vetro;

Nota. Qui di seguito, b è la dimensione della sezione trasversale del collegamento, e per pile costituite da collegamenti di sezioni diverse, b corrisponde al più piccolo di esse.

b) l'altezza del vetro deve essere almeno dove si trova la profondità del vetro rispetto alla partizione, rispettivamente, dal collegamento inferiore e superiore. È raccomandato:

- uguale, ma non inferiore, dove si trova la lunghezza della sovrapposizione del giunto saldato dell'asta dell'ancora con la parete di vetro, assegnata secondo le Raccomandazioni [3];

- assegnare dalla condizione di fissaggio della chiave nel vetro entro 0.8 - 1.2b, ma non inferiore, dove è il diametro del rinforzo longitudinale del telaio aggiuntivo nella chiave;

c) si consiglia di assegnare lo spessore delle pareti del vetro al calcio tubolare e scatolare a b = 30 cm, rispettivamente, non meno di 6 e 8 mm, e con ogni incremento di b per 5 cm si consiglia di aumentare di 1 - 2 mm. In questo caso, ci deve essere almeno, in cui il diametro della barra di ancoraggio. Lo spessore della partizione interna è consigliato da non prendere meno;

d) il numero e il diametro delle barre di ancoraggio devono essere assegnati secondo il calcolo in conformità al punto 6.2, e il numero di barre deve essere almeno quattro. La lunghezza delle barre di ancoraggio non deve essere inferiore a, dove - vedi p. 3.6, b; - la lunghezza della sovrapposizione della barra di ancoraggio con un rinforzo longitudinale, determinata conformemente alle istruzioni del punto 6.7;

e) si raccomanda di realizzare una spirale per combinare barre di ancoraggio da filo di classe Bp-I con un diametro di 4 - 5 mm con un passo di 5 - 6 cm.

3.7. Si consiglia di eseguire l'unione di piastre che formano le pareti del condotto utilizzando un giunto angolare saldato. Le partizioni interne devono essere saldate alla superficie interna del tubo o del condotto con giunzioni angolari. Questi giunti saldati possono essere progettati senza calcoli in base ai requisiti di progettazione di SNiP II-23-81 e tenendo conto del Manuale [1].

3.8. Quando si progetta alla fine del collegamento superiore della spline in calcestruzzo, si raccomanda di osservare le seguenti condizioni:

a) lunghezza della chiave - assegnare a 20 - 30 mm in più (vedere § 3.6, pos. "b");

b) le dimensioni della sezione trasversale della chiave (escluse le sporgenze dell'ondulazione) - per tubolari e - per giunti scatolari - prendere, rispettivamente, e dove e - vedere la clausola 3.6, a; - vedi punto 3.6, c; - l'altezza delle sporgenze della corrugazione;

c) si consiglia di eseguire le sporgenze delle scanalature sotto forma di denti triangolari con altezza di 8 mm, corrispondente alla fase di protrusione. Si consiglia di eseguire la sezione terminale della chiave lunga 20-30 mm senza corrugazione.

3.9. Si consiglia di creare una struttura aggiuntiva per rinforzi chiave saldati con barre longitudinali di classe di rinforzo A-II o A-III con rinforzo trasversale sotto forma di spirale di filo di classe Bp-I con un diametro di 4 - 5 mm con un passo di 5 - 6 cm. dalla classe di rinforzo At-IVC.

Il numero e il diametro delle aste longitudinali dovrebbero essere assegnati secondo il calcolo in conformità al paragrafo 6.2, prendendo almeno quattro aste con un diametro di almeno 10 mm.

Si raccomanda di prendere almeno la lunghezza delle aste longitudinali, dove - vedere il paragrafo 3.8, e; - la lunghezza della sovrapposizione delle aste longitudinali del telaio supplementare con il rinforzo longitudinale del collegamento, determinata conformemente al punto 6.7.

3.10. Le estremità dei collegamenti, su una lunghezza di 3 - 4b, sono raccomandate per essere rinforzate riducendo il passo dell'elica principale a 5 - 6 cm sopra la lunghezza di sovrapposizione (vedi paragrafo 3.6. (Pos. "G") e 3.9) e fino a 10 cm sul resto lunghezza dell'area da rafforzare.

3.11. Per eseguire un giunto saldato (Fig. 4), le parti incorporate sotto forma di piastre quadrate in acciaio con barre di ancoraggio sono fornite alle estremità dei collegamenti. Quando si uniscono i collegamenti, le piastre sono collegate lungo il contorno con un raccordo saldato. Quando si uniscono i collegamenti con l'aiuto di un giunto saldato, non è consentito eseguire i collegamenti superiori con sezioni più grandi di quelle inferiori. Parti incorporate impostate nella sezione centrale dei collegamenti. Le barre di ancoraggio saldate nella piastra alla piastra, si consiglia di unire la spirale.

Fig. 4. Giunto saldato

a, b - rispettivamente, il collegamento superiore e inferiore;

1 - piastra incorporata; 2 - barre di ancoraggio

3.12. Quando si progettano parti integrate raccomandate:

a) ridurre la sezione trasversale dei collegamenti su ciascun lato in una sezione di 5-10 cm dalle estremità di una quantità (vedere § 3.6, pos. "a");

b) le dimensioni degli inserti sono prese:

per i collegamenti inferiori uguali,

per i collegamenti superiori - non più di o, dove è la gamba del cordone di saldatura del raccordo nel giunto (vedere § 3.14);

c) lo spessore degli inserti deve essere preso all'interno, ma non meno di (vedi p 3.12, pos. "b"), e in aggiunta, osservare il rapporto limite tra il diametro delle barre di ancoraggio secondo le linee guida di SNiP 2.03.01-84 e Raccomandazioni [ 3];

d) assegnare il numero e il diametro delle barre di ancoraggio secondo il calcolo in conformità con il paragrafo 6.2, prendendo il numero di barre da 4, 6 o 8 e la lunghezza delle barre di ancoraggio non inferiore a dove - vedere p. "G";

e) si raccomanda di posizionare le barre di ancoraggio simmetricamente lungo i bordi della piastra, tenendo conto delle Raccomandazioni [3] (in base alle distanze tra le barre di ancoraggio e la distanza dal bordo della piastra) e SNiP 2.03.01-84 requisiti per lo spessore dello strato protettivo per barre di ancoraggio, come per la lavorazione rinforzo, così come la nomina della distanza minima tra le aste.

Per i collegamenti precompressi nelle piastre delle parti incassate devono essere previsti fori per il passaggio del rinforzo precompresso.

3.13. Le sezioni terminali dei collegamenti sul lato del giunto dovrebbero essere rafforzate in conformità con la clausola 3.10.

3.14. La connessione saldata delle parti incassate nel giunto deve essere eseguita in conformità ai requisiti di progettazione di SNiP II-23-81, tenendo conto delle linee guida del manuale [1]. In questo caso, la gamba della saldatura del raccordo lungo il contorno delle piastre deve essere assegnata secondo il calcolo in conformità al punto 6.4, ma non inferiore a quella richiesta secondo SNiP II-23-81 per i giunti angolari nella saldatura manuale con controllo visivo della qualità.

3.15. Per eseguire il giunto bullonato alle estremità dei collegamenti, le parti incorporate sono fornite sotto forma di piastre quadrate in acciaio con barre di ancoraggio e fori per l'installazione di bulloni (Fig. 5).

Fig. 5. Giunto imbullonato

a, b - rispettivamente, il collegamento superiore e inferiore;

1 - piastra incorporata; 2 - barre di ancoraggio;

3 - fori per i bulloni; 4 - nidi in cemento

Si consiglia di eseguire la bullonatura con l'aiuto di quattro bulloni di precisione normale, posizionati nelle sezioni angolari della sezione trasversale dei collegamenti. Alle estremità dei collegamenti sotto i fori nelle piastre sono fornite le prese, per la cui formazione si consiglia di utilizzare gli inserti di inventario allegati alle parti incorporate.

I giunti bullonati sono destinati principalmente a pali compositi non sollecitati costituiti da maglie della stessa sezione trasversale e destinati al funzionamento in mezzi non aggressivi o leggermente aggressivi.

Data la necessità di nidi nel calcestruzzo, è consentito il rinforzo longitudinale per non portare alle estremità del collegamento.

Dopo l'installazione dei bulloni, si consiglia di riempire i martinetti con il materiale isolante appropriato (SNiP 2.03.11-85).

3.16. Quando si progettano parti integrate raccomandate:

a) le dimensioni della piastra sono uguali;

b) prendere lo spessore delle piastre, ma non meno di quanto richiesto dalle condizioni per il calcolo della connessione bullonata per lo schiacciamento secondo SNiP II-23-81 e non meno, dove è la distanza tra i centri dei bulloni (vedi § 3.16, pos. "d"). Osservare il rapporto di limitazione tra e (vedere § 3.12, pos. "In");

c) il numero e il diametro delle barre di ancoraggio - vedere pagina 3.12, pos. "G." Assegnare la lunghezza delle barre di ancoraggio a non meno, dove - la lunghezza della presa per il bullone; - vedere il punto 3.6, pos. "G";

d) quando si posizionano le barre di ancoraggio, seguire le istruzioni al punto 3.12, pos. "d", osservando la condizione che le barre di ancoraggio si trovino ad una distanza almeno dal bordo del foro e almeno dall'asse del bullone, dov'è il diametro del foro per il bullone (vedere § 3.16, pos. "d");

e) per assegnare la distanza tra i centri dei bulloni secondo SNiP II-23-81 non più di, la distanza dal centro del bullone al bordo della piastra non è inferiore, dove è il diametro nominale del bullone (vedere la sezione 3.19); il diametro dei fori per prendere 3 mm in più rispetto a.

3.17. Si consiglia di annidare le dimensioni dei nidi nel calcestruzzo come condizione minima per il posizionamento dei bulloni e dei dispositivi di montaggio per la loro installazione, tenendo la distanza dall'asse del bullone alla superficie del nido non inferiore (vedere la sezione 3.19), e la profondità del nido dall'angolo della sezione del collegamento non è maggiore di 0, 3b.

3.18. Si consiglia di rinforzare le estremità delle maglie ad una lunghezza di 3 - 4b, e alla sezione dalle estremità del collegamento all'estremità della barra di ancoraggio - installando le griglie con un gradino di 5 - 6 cm, e al resto della lunghezza - riducendo il passo dell'elica principale a 10 cm Le griglie sono consigliate per essere realizzate in filo di classe BP-I con un diametro di 4 - 5 mm. Si consiglia di prendere le dimensioni delle celle mesh di 5 - 8 cm, tenendo conto del posizionamento delle barre di ancoraggio in esse.

3.19. Il collegamento a bullone delle parti incassate nel giunto deve essere eseguito in conformità ai requisiti di SNiP II-23-81, assegnando il diametro nominale dei bulloni mediante calcolo in conformità al punto 6.5. Per ragioni costruttive, si consiglia di prendere almeno 20 mm e non più di 0,08b. La lunghezza dei bulloni deve essere presa a condizione che dopo il completamento del bullonamento, la lunghezza del bullone dietro il dado sia di almeno 30 mm. Dopo aver installato il dado, è necessario abbattere le estremità dei bulloni.

3.20. Per la realizzazione dei giunti adesivi (figura 6), nelle estremità dei collegamenti superiori, gli elementi incorporati sono forniti sotto forma di perni di collegamento dal rinforzo dell'asta e nelle estremità dei collegamenti inferiori - fori. Quando si uniscono i collegamenti, i perni sono fissati sulla colla nei fori, e le superfici delle estremità sono unite da cuciture a colla.

Fig. 6. Incollare le giunture

a, b - rispettivamente, il collegamento superiore e inferiore;

в, г, д - sezione trasversale in un comune in basso

collegamento, rispettivamente, durante l'esecuzione di giunti adesivi

tipo I, II, III; 1 - pin di collegamento;

2 - fori per fissare i perni sulla colla

Per formare fori nel calcestruzzo, si consiglia di utilizzare i proprietari di inventario.

3.21. In base al numero e alla posizione dei pin di connessione, i giunti di colla sono divisi in tre tipi:

Tipo I - giunti con un perno al centro della sezione (Fig. 6, a);

Tipo II - giunti con due perni diagonalmente attraverso la sezione (Fig. 6, b);

Tipo III - giunti con quattro o con un numero elevato di perni sulla periferia della sezione (Fig. 6, c).

3.22. Quando si progettano giunti adesivi, si raccomanda di osservare le seguenti condizioni:

a) il diametro dei pin di collegamento deve essere assegnato secondo il calcolo in conformità al punto 6.2, tenendo conto del numero di aste corrispondente a ciascun tipo di giunto. In questo caso, si consiglia di utilizzare i perni di rinforzo di una classe non inferiore al diametro di A-III. Nei giunti di tipo III, il numero di pin è preso dal calcolo in conformità con il punto 6.2, ma non meno di quattro;

b) la lunghezza dei perni di connessione deve essere almeno dove e sia la lunghezza della tenuta del perno, rispettivamente, nella maglia superiore e nella maglia inferiore; - spessore della linea di colla tra le estremità delle maglie (vedi p. 3.24). Si raccomanda che la lunghezza della guarnizione dei perni sia rispettivamente uguale e, dove è la lunghezza della sovrapposizione dei perni con il rinforzo longitudinale del collegamento, determinata secondo le indicazioni del punto 6.7. Si raccomanda di prendere entro (1 - 2) b e non più di 20d pin;

c) si consiglia di praticare dei fori per il fissaggio dei perni cilindrici con un diametro da 8 a 12 mm in più e una profondità da 2 a 3 cm in più rispetto a;

d) quando si inseriscono i perni di collegamento e i fori nella sezione del collegamento, devono essere allineati, la distanza libera tra il foro e il rinforzo longitudinale deve essere di almeno 30 mm e tra i fori - almeno 10 cm.

3.23. Si consiglia di aumentare le estremità dei collegamenti sul lato del culo ad una lunghezza di 3 - 4b, riducendo il passo dell'elica principale a 5 - 6 cm o installando le griglie con un passo di 5 - 6 cm alla lunghezza di sovrapposizione (vedere p. 3.22, pos. "), nonché riducendo il passo dell'elica principale a 10 cm rispetto alla restante lunghezza dell'area da rinforzare. Le griglie sono consigliate per essere fatte di filo di classe BP-I con un diametro di 4 - 5 mm con una dimensione di cella accettata dalla condizione di posizionamento di spilli e fori in loro, ma non meno di 5 cm.

3.24. Si consiglia di eseguire l'incollaggio adesivo tenendo conto delle linee guida generali per l'implementazione dei giunti adesivi in ​​conformità con le raccomandazioni [2]. Come adesivo, si consiglia di utilizzare soluzioni polimeriche a base di resina epossidica o poliestere (vedere pagina 4.16). Si consiglia di preparare la colla in porzioni basate su un giunto immediatamente prima dell'uso. Dopo aver preparato le superfici incollate e verificato l'unione dei collegamenti asciutti, riempire i fori con la colla e applicare uno strato di colla sulla superficie terminale del collegamento inferiore. La combinazione di collegamenti durante l'attracco è fornita dall'azione del peso proprio del collegamento superiore. In questo caso, l'adesivo in eccesso viene spostato dal giunto. Lo spessore della linea di colla non è limitato, ma, di regola, non deve superare i 5 mm. Per migliorare la qualità dei giunti di colla, si consiglia di utilizzare clip a strisce sottili fissate all'estremità del collegamento inferiore.

3.25. Quando si progettano giunti eseguiti utilizzando i tipi di colla raccomandati, è consentito non calcolare i giunti di colla, cioè la linea di colla e la tenuta dei perni di collegamento sulla colla. Nel calcolo di altri elementi di giunzioni di colla, è consentito trascurare la presenza di giunzioni di colla, sostituendo condizionalmente colla con calcestruzzo.

4.1. Si consiglia di fabbricare pile di cemento armato composito da calcestruzzo pesante secondo GOST 25192-82, mentre i materiali devono soddisfare i requisiti delle norme pertinenti e garantire che il calcestruzzo sia prodotto con le proprietà desiderate. Per le pile destinate al funzionamento in ambienti aggressivi, quando si assegnano materiali, è necessario tenere conto delle istruzioni di SNiP 2.03.11-85. Come aggregato grossolano, si consiglia di utilizzare pietra frantumata frazionata da pietra naturale e ghiaia secondo GOST 10268-80 con una frazione non superiore a 40 mm.

4.2. La classe di calcestruzzo per la resistenza a compressione e il grado di calcestruzzo per resistenza al gelo e resistenza all'acqua deve essere assegnata secondo le istruzioni di SNiP 2.03.01-84, mentre per pile destinate al funzionamento in mezzi aggressivi, i requisiti di SNiP 2.03.11-85 devono essere soddisfatti.

Si raccomanda di prendere la classe di calcestruzzo per la resistenza alla compressione in base alle sezioni della sezione trasversale b non inferiori rispettivamente a B20 (a b = 30 cm), B25 (a b = 35 cm) e B30 (a b = 40 cm o più).

4.3. Per pali precompressi, la classe di resistenza del calcestruzzo deve essere assegnata in base al tipo e alla classe di rinforzo precompresso in conformità al punto 2.6 di SNiP 2.03.01-84.

La forza di trasferimento del calcestruzzo per pali precompressi non deve essere inferiore a quella richiesta al punto 2.6 di SNiP 2.03.01-84.

Le tensioni compressive nel calcestruzzo nella fase di compressione preliminare (tenendo conto delle prime perdite a) non dovrebbero fornire più di quanto consentito nel paragrafo 1.29 di SNiP 2.03.01-84, si raccomanda di prendere in tutti i casi.

4.4. Si consiglia di assegnare il valore della resistenza di rilascio del calcestruzzo al momento della spedizione dei collegamenti dal produttore per assegnare non meno della resistenza di progetto del calcestruzzo in compressione.

4.5. Per rinforzare i collegamenti della pila composita, è necessario utilizzare rinforzi secondo le istruzioni di SNiP 2.03.01-84. Quando si sceglie un rinforzo per pile destinate al funzionamento in ambienti aggressivi, è necessario osservare i requisiti di SNiP 2.03.11-85.

4.6. Come rinforzo non sollecitato si consiglia di utilizzare principalmente barre di rinforzo di classe A-III. È consentito l'uso di barre di rinforzo di classe A-II e per armature saldate con giustificazione appropriata rinforzo rinforzato termomeccanicamente della classe At-IVC, specificando il diametro delle aste longitudinali per considerazioni strutturali da 10 a 20 mm.

4.7. Come rinforzo di precompressione si consiglia di prendere:

con una lunghezza di maglie fino a 12 m inclusa, è prevalentemente rinforzato termicamente e termomeccanicamente per rinforzare le classi At-VI e At-V. È consentito l'uso anche del filo di rinforzo della classe Bp-II e delle corde di rinforzo delle classi K-7 e K-19, rinforzo laminato a caldo delle classi A-VI, AV, A-IV e rinforzo delle barre di classe A-IIIc;

con una lunghezza di maglie di oltre 12 m - principalmente filo di rinforzo di classe Bp-II, corde di rinforzo delle classi K-7 e K-19 e rinforzo laminato a caldo delle classi A-VI e AV. Sono ammessi rinforzi laminati a caldo e rinforzati termomeccanicamente delle classi A-IV, At-IVc e A-IIIc.

4.8. Quando si sceglie il rinforzo, si dovrebbe tener conto delle istruzioni di SNiP 2.03.01-84 riguardanti il ​​suo utilizzo in base alla temperatura di progetto, prendendo le condizioni operative per quanto riguarda la guida ripetuta all'aria aperta.

4.9. Per il rinforzo di pile azionate in ambienti aggressivi, è preferibile utilizzare le classi di rinforzo At-IV C, At-VSK, At-VIK, Bp-II, K-7, K-19. A seconda del grado di impatto aggressivo e del tipo di ambiente aggressivo, in alcuni casi previsto da SNiP 2.03.11-85, At-III, At-IIIC, AV, А-VI, At-V, At- VI, BP-II, K-7, K-19.

4.10. La spirale per il rinforzo del tronco, così come la rete e le fascette per il rinforzo delle sezioni terminali dei collegamenti, si consiglia di essere fatta da filo di rinforzo ordinario di un profilo periodico di classe BP-I con un diametro di 4 - 5 mm. È consentito l'uso di fili lisci di classe B-I.

4.11. Si raccomandano anelli di sollevamento in acciaio per rinforzo laminato a caldo di classe Ac-II del grado 10GT o classe A-I dei marchi VSt3sp2 e Vst3ps2.

Materiali per articolazioni

4.12. Per la produzione di parti integrate si consiglia di utilizzare:

in giunti saldati e imbullonati, nonché in scatole - gradi di acciaio laminati corrispondenti a quelli specificati in SNiP 2.03.01-84;

per giunti tubolari - tubi senza saldatura secondo GOST 8732-78 in acciaio A-St3 secondo GOST 8731-74 *.

4.13. Si raccomanda l'ancoraggio delle parti incassate di una giuntura di testa di raccordi per canne delle classi A-III o A-II.

4.14. Si consiglia di collegare i perni nei giunti di colla dei raccordi per aste delle classi AV, A-IV, A-III.

4.15. Nei giunti bullonati si consiglia di utilizzare bulloni di precisione normale secondo GOST 7796-70, dadi - secondo GOST 15521-70, rondelle secondo GOST 10450-78. I gradi di acciaio per bulloni e dadi dovrebbero essere assegnati secondo GOST 1759-70.

4.16. Come materiali adesivi nei giunti di colla, si consiglia di utilizzare soluzioni polimeriche delle seguenti composizioni (peso H):

adesivo epossidico: resina epossidica - 70; resina fenolica - 30; polietilene poliammina - 20; Cemento Portland - 200;

adesivo poliestere: resina poliestere PN-1 - 100; poliisocianato K - 40; hyperies - 6; cobalto naftenato - 40; diabase (farina) - 210; sabbia media - 140.

È anche permesso l'uso di composizioni a base di resina epossidica [2].

5. REQUISITI STRUTTURALI

5.1. Si consiglia di prendere le dimensioni della sezione trasversale dei collegamenti del palo b dalla condizione che il rapporto tra la lunghezza del collegamento L e la dimensione b non superi 1/60.

5.2. Lo spessore dello strato protettivo per il rinforzo longitudinale delle maglie e degli elementi ancorati dei giunti di testa deve essere di almeno 30 mm.

5.3. Le estremità delle aste longitudinali non sollecitate devono essere a 15-20 mm dalle estremità, si consiglia di tagliare il rinforzo longitudinale deformato a filo con la superficie terminale.

5.4. Si raccomanda l'area della sezione trasversale di tutto il rinforzo longitudinale delle maglie per assegnare almeno lo 0,1% dell'area di sezione trasversale del calcestruzzo.

5.5. I collegamenti non tesi devono essere rinforzati con telai spaziali fabbricati avvolgendo il rinforzo trasversale su barre longitudinali con saldatura durante l'avvolgimento a tutte le intersezioni. Il diametro delle aste longitudinali è consigliato per prendere almeno 10 mm. Si consiglia di impostare l'altezza delle spirali nella parte centrale del collegamento pari a 200 mm.

5.6. In unità con rinforzo longitudinale precompresso, si consiglia di fornire rinforzi trasversali sotto forma di spirale, fissati con l'aiuto di un filo di maglia in ogni quarto incrocio. Si raccomanda l'inclinazione delle spirali nella parte centrale dei collegamenti per nominare non più di 400 mm.

5.7. Si consiglia di smussare la testa della sezione superiore e rinforzarla con rinforzo indiretto sotto forma di griglie su una lunghezza non inferiore alla sezione trasversale della pila. Si raccomanda che le griglie siano realizzate in filo BP-I con un diametro di 4 - 5 mm con una dimensione della maglia di 5 - 6 mm. La distanza tra le maglie dovrebbe essere di 5-6 cm e la maglia superiore dovrebbe essere a 5 cm dalla superficie terminale del collegamento.

5.8. Si consiglia di eseguire i collegamenti inferiori con un picco con una pendenza dei bordi rispetto all'asse longitudinale uguale a 60 - 45 °.

5.9. Nella produzione di collegamenti pretensionati, si consiglia di eseguire la tensione dei raccordi per cavi e cavi meccanicamente, la tensione dell'asta è elettrotermica (per collegamenti fino a 12 m di lunghezza) o meccanicamente. Il metodo elettrotermico è consentito per il tensionamento del rinforzo del filo.

6. CALCOLO DEI GIUNTI

6.1. Le giunzioni di pali compositi nel caso generale devono essere progettate per le forze M, N e Q, determinate conformemente al punto 2.4. Per le sezioni trasversali di progetto (vedi Fig. 7), le sezioni trasversali normali rispetto all'asse longitudinale della pila nel giunto di testa vengono prese nel collegamento superiore (A - A) e inferiore (B - B), nonché tra le loro estremità (C - C). L'eccentricità iniziale casuale nel calcolo delle articolazioni in compressione e tensione può essere trascurata.

Fig. 7. Le sezioni trasversali calcolate del calcio

composti rispettivamente tipo stakannogo (a),

saldato (b), imbullonato (c) e colla (g)

A - A - sul link inferiore; B - B - sul collegamento superiore;

C - C - tra le estremità dei collegamenti collegati

Le dimensioni delle sezioni calcolate sono prese tenendo conto del puntone lungo il perimetro, inoltre, per giunti impilati nel collegamento inferiore, la sezione calcolata è limitata alle dimensioni interne del vetro e nel collegamento superiore - alle dimensioni della chiave senza corrugazioni; per i giunti bullonati, l'area dei nidi d'angolo in calcestruzzo è esclusa dall'area delle sezioni di progetto.

6.2. Le sezioni trasversali calcolate nei livelli superiore e inferiore (A - A e B - B) sono calcolate per le forze M, N e per resistenza e resistenza alle incrinature in conformità con le disposizioni di SNiP 2.03.01-84. Tenendo conto dell'effetto del carico dinamico durante la guida, si raccomanda di ridurre la resistenza calcolata del calcestruzzo alla compressione assiale nel calcolo della resistenza del 10% e si raccomanda che la resistenza calcolata del calcestruzzo alla tensione assiale durante il calcolo dalla resistenza alla rottura sia uguale a zero.

Sulla base del calcolo di queste sezioni e tenendo conto dei requisiti di progettazione (vedi clausole 3.6, posizione "g"; 3.9; 3.12, posizione "d"; 3.16, posizione "c"; 3.22, posizione "a") è nominato il numero e il diametro delle barre di ancoraggio, nonché le aste longitudinali del telaio aggiuntivo (per una chiave nei giunti di tipo di vetro) e perni di collegamento (per giunti adesivi).

6.3. Nel caso generale, le sezioni (C - C) nelle giunture tra le estremità dei collegamenti da unire sono calcolate sulle forze M e. Tuttavia, per giunti impilati realizzati in relazione alle raccomandazioni di progettazione (vedere paragrafo 3.6, pos. "A"; 3.6, pos. "B"; 3.6, pos. "C" e 3.8), nonché per i giunti di colla, eseguito utilizzando i materiali adesivi raccomandati (vedere p. 3.24), non è possibile eseguire tale calcolo. Giunti saldati e bullonati devono essere controllati per forze trasversali (taglio) Q.

6.4. Nelle reti saldate, il giunto di testa deve essere contato sulle forze che si generano quando le forze M e Q agiscono sul giunto, in questo caso il calcolo del giunto saldato sulla tensione centrale deve essere eseguito in conformità al punto 11.1 del SNiP II-23-81 e tenendo conto 3.2 manuali [1]. Si raccomanda di calcolare la connessione sotto l'azione delle forze longitudinali e trasversali, nonché sull'effetto del momento o sull'azione simultanea di forze e momento secondo le istruzioni dei paragrafi. 3.2 - 3.8 Manuali [1]. Sulla base del calcolo e tenendo conto dei requisiti della clausola 12.8 di SNiP II-23-81, viene assegnata una gamba di cucitura ad angolo.

6.5. Nei giunti bullonati, il giunto deve essere contato sulle forze che si generano in esso sotto l'azione delle forze M e Q sul giunto.Il calcolo sulla tensione centrale deve essere effettuato in conformità con le istruzioni del punto 11.6 di SNiP II-23-81. Il giunto bullonato deve essere controllato per la cesoiatura, per lo schiacciamento e per lo stiro in conformità con le linee guida della clausola 11.7 del SNiP II-23-81, e le linee guida del par. 11.8 - 11.10 SNiP II-23-81.

6.6. I collegamenti saldati delle barre di ancoraggio con le parti principali delle parti integrate sono calcolati sulla forza, dove è il diametro della barra di ancoraggio; - area della sezione trasversale di un'asta di ancoraggio; - resistenza calcolata del rinforzo alla tensione per lo stato limite del primo gruppo. Nel caso in cui le barre di ancoraggio siano installate con un margine sull'area della sezione trasversale rispetto al calcolo della resistenza richiesto, la forza calcolata può essere ridotta moltiplicando per il rapporto tra il diametro dell'ancora calcolato e il valore effettivo.

6.7. La lunghezza della sovrapposizione del rinforzo longitudinale delle maglie con elementi ancorati di giunti di testa, vale a dire con barre di ancoraggio di parti incassate, con aste longitudinali di un telaio aggiuntivo (giunti di tipo stakanny), nonché con spinotti di connessione (giunzioni di colla) si consiglia di assegnare in base alle seguenti condizioni :; ; dove ed è la lunghezza della zona di ancoraggio, rispettivamente, del rinforzo longitudinale non sollecitato delle maglie e degli elementi ancorati dei giunti di testa; - la lunghezza della zona di trasmissione della tensione per il rinforzo longitudinale precompresso delle maglie; k - coefficiente tenendo conto del tipo di rinforzo indiretto delle maglie sulla lunghezza della sovrapposizione e assunto pari a 0,8 o 1,0, rispettivamente, quando si rinforzano le estremità dei collegamenti con reti o morsetti; - distanze medie aritmetiche alla luce dal rinforzo longitudinale dei collegamenti agli elementi ancorati delle giunture di testa in ogni quarto della sezione trasversale.

6.8. Parametri e si raccomanda di calcolare con la formula (316) "Manuali per la progettazione di strutture in calcestruzzo e cemento armato di calcestruzzo pesante e leggero senza precompressione del rinforzo (a SNiP 2.03.01-84)". Allo stesso tempo, è necessario considerare le condizioni per l'installazione di rinforzi tesi nel calcestruzzo teso. Nel caso in cui il rinforzo longitudinale delle maglie o gli elementi ancorati dei giunti di testa siano installati con un margine sull'area della sezione trasversale rispetto al calcolo della resistenza richiesto con una resistenza calcolata completa, la lunghezza calcolata della zona di ancoraggio può essere ridotta moltiplicando per il rapporto dell'armatura richiesta dal calcolo. In questo caso, si consiglia di prendere il valore non inferiore al lato della sezione b dei collegamenti, e per i giunti di colla non inferiore a quanto raccomandato nella clausola 3.21, pos. "B." Il valore dovrebbe essere calcolato dalla formula (11) p.29 di SNiP 2.03.01-84.

6.9. Nel calcolare le sezioni 1 - 1 e 2 - 2 per la resistenza alle incrinature, si dovrebbe partire dalla condizione che per i giunti operati in ambienti non aggressivi, la larghezza dell'apertura a breve termine e prolungata delle fessure non dovrebbe superare in base ai requisiti dei valori SNiP 2.03.01-84 e, per le articolazioni operato in un ambiente aggressivo, non dovrebbe superare i valori e sono elencati in Tabella. 9 o 11 SNiP 2.03.11-85.

LETTERATURA NORMATIVA E RACCOMANDATA UTILIZZATA

1. Il manuale sul calcolo e la progettazione dei giunti saldati delle strutture in acciaio (al capitolo SNiP II-23-81). - M.: stroiizdat, 1984

2. Raccomandazioni per la progettazione e l'implementazione dei giunti di contatto con una rottura del rinforzo in colonne di cemento armato di grattacieli. - M.: NIIZHB, 1985

3. Raccomandazioni per la progettazione di parti in acciaio incorporate per strutture in cemento armato. - M.: stroiizdat, 1984.