Additivo PVA in malta cementizia

Per molto tempo, il PVA ha iniziato a essere utilizzato come additivo utile alla malta cementizia. L'obiettivo principale è migliorare la qualità della malta cementizia. Questo adesivo ti consente di ottenere un calcestruzzo più flessibile, che si fissa istantaneamente sulla superficie.

PVA e le sue proprietà

PVA è un'emulsione bianca appiccicosa a base di polimero di polivinile acetato con una consistenza di panna acida. La colla non ha quasi odore, non tossica, ecologica, può essere conservata a lungo senza perdere proprietà. C'è una cartoleria, mobili e tipo di costruzione.

La composizione adesiva non è resistente all'umidità. Si scioglie facilmente in acqua in forma liquida. Tuttavia, nel processo di solidificazione, il polivinile acetato polimerizza, perde colore e diventa resistente all'acqua. Dopo l'incollaggio, la superficie acquisisce una resistenza alla trazione fino a 1300 g / cm², che indica l'elevata resistenza del polimero solidificato.

Il polivinilacetato può resistere alle basse temperature mantenendo le proprietà anche a -20 ° C. Il polimero può subire fino a tre cicli di congelamento e scongelamento. Lo stesso acetato di polivinile non è resistente ai raggi UV, ma in un mix di cemento acquisisce questa proprietà, quindi può essere utilizzato per la costruzione di strutture, massetti per esterni.

Caratteristiche dell'applicazione

  • aumenta la duttilità;
  • riduce la durezza del prodotto finito aumentando la resistenza alla flessione;
  • aumenta l'adesione della soluzione di cemento alla superficie.
La colla per carta da parati PVA non è adatta per l'uso nel calcestruzzo.

Ciò si ottiene osservando le proporzioni chiare del calcestruzzo miscelato e del PVA. La quantità di acqua non deve superare il 5%. Non è possibile utilizzare ogni tipo di adesivo. Il PVA clericale contiene molto amido, e nella colla per legno ci sono riempitivi chimici non necessari che compromettono le proprietà della miscela di cemento.

A seconda dello scopo della miscela preparata, vengono determinate le proporzioni del cemento rispetto al polivinilacetato. Ad esempio, per il massetto e la muratura sono necessarie diverse proprietà della soluzione.

Un criterio importante per la scelta del tipo di sostanza adesiva per cemento è il contenuto di umidità finale in cui verrà utilizzata la struttura finita. Nonostante la polimerizzazione, è preferibile non aggiungere colla a miscele di calcestruzzo per la finitura di bagni, docce o piscine durante l'indurimento e l'acquisizione di resistenza all'umidità.

Come riassicurazione, la composizione di colla-cemento è meglio utilizzata per l'organizzazione del territorio, dove la temperatura operativa sarà superiore a 7 ° C.

Condizioni d'uso

Fondamentalmente, l'additivo adesivo funziona come un plastificante. Per lavorare con la malta, aggiungere la colla nella quantità di 5% -10% o 0,5 litri di PVA per 2-3 secchi di cemento. Se è prevista la posa delle piastrelle, è preferibile utilizzare il polivinilacetato al 20% o più.

La colla di miscelazione deve essere dopo la sua diluizione con acqua. Ciò consentirà una massa più uniforme alla fine. Tuttavia, se hai bisogno di una composizione con elevata adesione e plasticità, è meglio miscelare il cemento con la colla senza prima dissolversi in acqua.

conclusione

Le proprietà distintive del PVA possono essere utilizzate come additivo per miscele di calcestruzzo per scopi diversi. In questo caso, la superficie risultante sarà dotata di maggiore resistenza e durata.

La colla facilita la posa di malte, quindi sono arricchite con masse edili per lavori di falegnameria, finitura con intonaco e primer.

Quali sono le proporzioni dell'aggiunta di PVA al cemento?

Il metodo con cui il PVA viene aggiunto alla malta cementizia è noto sin dai tempi sovietici. Migliora non solo le caratteristiche tecniche, ma anche operative.

Proprietà della colla PVA

Tale soluzione è ottenuta:

  • più uniforme;
  • plastica;
  • aumenta la forza di adesione tra le particelle della soluzione;
  • migliora la forza;
  • aumenta la resistenza all'usura;
  • impedisce la formazione di fessure, ecc.

La colla PVA è un polimero e consiste in un'emulsione di polivinilacetato. È perfettamente solubile in acqua, ma dopo l'essiccazione è resistente all'umidità. Non è tossico, sicuro per la salute e allo stesso tempo può mantenere le sue proprietà a temperature molto alte e basse.

Caratteristiche dell'applicazione

Prima di determinare le proporzioni dell'aggiunta di PVA al cemento, è necessario notare quale tipo di colla non è adatto per scopi di costruzione. Questo è principalmente un PVA progettato per prodotti di carta e cartone. Contiene troppo amido e altri riempitivi. Inoltre, non prendere PVA per il legno, in quanto contiene anche vari additivi non necessari.

Il secondo punto importante è lo scopo della soluzione. Perché le proporzioni di cemento con PVA saranno diverse. Per il massetto sono necessarie alcune proprietà e per la posa di piastrelle in ceramica. E l'ultima sfumatura, qual è l'umidità nella stanza. Nonostante il fatto che dopo che la colla si indurisce, è polimerizzata e non ha paura dell'umidità, tuttavia, non è ancora consigliabile utilizzarla in ambienti umidi (bagno, doccia, piscina).

Un'altra caratteristica è il regime di temperatura. Sebbene l'adesivo possa resistere a temperature grandi e piccole, ma per non rischiare il risultato finale di affidabilità e durata, è meglio che la temperatura sia superiore a +7 ° C.

Condizioni d'uso

L'aggiunta di PVA viene utilizzata come plastificante, ma migliora anche le proprietà della malta di cemento e sabbia. Le proporzioni di PVA in relazione al cemento sono dal 5% al ​​20%. Tutto dipende dalle specifiche dell'applicazione di questa soluzione. Se è un massetto, il 5% -10% del contenuto di colla sarà sufficiente, e se è per una piastrella, allora è meglio non risparmiare PVA e aggiungere il 20%.

Per rendere più chiaro - per 2-3 secchi di malta cementizia per massetto è necessario circa 0,5 litri di PVA. Aggiungere il PVA, già diluito con acqua, per miscelarlo in modo più uniforme con l'intera miscela.

Se mescoli la colla con il cemento, senza prima dissolversi in acqua, ti ritroverai con una composizione che avrà proprietà di adesione e plasticità eccellenti.

Come miscelare il cemento con PVA?

Miscelare colla PVA con malta cementizia appresa a lungo. In questo caso, la colla PVA viene utilizzata per migliorare la qualità della soluzione. Il materiale a cui viene aggiunto diventa più plastico e rapido rispetto alla soluzione standard miscelata con acqua.

Pertanto, se nei locali dove viene utilizzata la soluzione non c'è una fonte costante di umidità elevata e la temperatura ambiente non scende sotto i 7 gradi Celsius, gli specialisti delle costruzioni consigliano di aggiungere colla PVA alle malte di cemento e sabbia. Ciò migliora significativamente l'adesione e semplifica notevolmente il processo di lavorazione con il materiale.

Colla vinilica e sue proprietà

Questa sostanza è una massa omogenea di colore bianco senza un forte odore. La base del PVA è l'emulsione di polivinilacetato e acqua.

A seconda dello scopo, ci sono tre tipi: cartoleria, mobili e colla per la costruzione di PVA, ognuno dei quali ha i suoi additivi e addensanti. La colla da costruzione è confezionata per la vendita in speciali secchi e botti di plastica con una capacità di 1, 2, 5, 10 e 30 chilogrammi.

Allo stesso tempo, il periodo di garanzia della conservazione del PVA di costruzione è di 6 mesi ad una temperatura ambiente compresa tra 5 e 20 gradi Celsius. La colla PVA non è una sostanza tossica ed è completamente rispettosa dell'ambiente.

Caratteristiche dell'applicazione e proporzioni della soluzione con l'aggiunta di PVA

Dovresti sapere che il PVA tende ad abbattere e perdere le sue proprietà sotto l'influenza dei raggi ultravioletti. Allo stesso tempo, quando viene aggiunto alla malta cementizia, dopo che reagisce con il cemento, cambia le sue proprietà e non è più "impaurito" dall'ultravioletto.

In genere, un materiale con un additivo simile viene utilizzato per la sistemazione di pavimenti e massetti autolivellanti in ambienti asciutti chiusi. Nelle stanze in cui è possibile l'aspetto normativo dell'umidità libera (saune, bagni, servizi igienici, ecc.) Non è consigliabile utilizzare PVA in malte o cemento.

La proporzione standard dell'aggiunta di PVA alla muratura o alla malta cementizia "a colata" è compresa tra il 5 e il 10% del volume, a condizione che la soluzione sia preparata in acqua.

Se il cemento M400 / M500, colla sabbia e PVA si mescolano in proporzioni 1: 5 (per cemento M400) o 6 (per cemento M500): 1/25 parte, senza aggiunta di acqua, si ottiene una composizione adesiva molto potente, ideale per il fissaggio di piastrelle soprattutto su superfici verticali.

La colla PVA fa parte della ricetta di gesso più popolare. Le proporzioni della malta cementizia con aggiunta di PVA sono le seguenti: cemento M400 - 1 parte, sabbia setacciata - 3 parti.

Cemento e sabbia misti secchi. Quindi l'acqua viene aggiunta alla miscela, la soluzione viene portata alla consistenza desiderata, dopo di che viene introdotta la colla PVA - da 50 a 70 grammi per 10 litri di soluzione. Il materiale preparato con questa tecnologia si trova meglio sulla superficie, "si attacca" meglio alla base e si imposta più velocemente.

Pva in cemento

Additivo PVA in malta cementizia

Per molto tempo, il PVA ha iniziato a essere utilizzato come additivo utile alla malta cementizia. L'obiettivo principale è migliorare la qualità della malta cementizia. Questo adesivo ti consente di ottenere un calcestruzzo più flessibile, che si fissa istantaneamente sulla superficie.

PVA e le sue proprietà

PVA è un'emulsione bianca appiccicosa a base di polimero di polivinile acetato con una consistenza di panna acida. La colla non ha quasi odore, non tossica, ecologica, può essere conservata a lungo senza perdere proprietà. C'è una cartoleria, mobili e tipo di costruzione.

La composizione adesiva non è resistente all'umidità. Si scioglie facilmente in acqua in forma liquida. Tuttavia, nel processo di solidificazione, il polivinile acetato polimerizza, perde colore e diventa resistente all'acqua. Dopo l'incollaggio, la superficie acquisisce una resistenza alla trazione fino a 1300 g / cm², che indica l'elevata resistenza del polimero solidificato.

Il polivinilacetato può resistere alle basse temperature mantenendo le proprietà anche a -20 ° C. Il polimero può subire fino a tre cicli di congelamento e scongelamento. Lo stesso acetato di polivinile non è resistente ai raggi UV, ma in un mix di cemento acquisisce questa proprietà, quindi può essere utilizzato per la costruzione di strutture, massetti per esterni.

Caratteristiche dell'applicazione

  • aumenta la duttilità;
  • riduce la durezza del prodotto finito aumentando la resistenza alla flessione;
  • aumenta l'adesione della soluzione di cemento alla superficie.
La colla per carta da parati PVA non è adatta per l'uso nel calcestruzzo.

Ciò si ottiene osservando le proporzioni chiare del calcestruzzo miscelato e del PVA. La quantità di acqua non deve superare il 5%. Non è possibile utilizzare ogni tipo di adesivo. Il PVA clericale contiene molto amido, e nella colla per legno ci sono riempitivi chimici non necessari che compromettono le proprietà della miscela di cemento.

A seconda dello scopo della miscela preparata, vengono determinate le proporzioni del cemento rispetto al polivinilacetato. Ad esempio, per il massetto e la muratura sono necessarie diverse proprietà della soluzione.

Un criterio importante per la scelta del tipo di sostanza adesiva per cemento è il contenuto di umidità finale in cui verrà utilizzata la struttura finita. Nonostante la polimerizzazione, è preferibile non aggiungere colla a miscele di calcestruzzo per la finitura di bagni, docce o piscine durante l'indurimento e l'acquisizione di resistenza all'umidità.

Come riassicurazione, la composizione di colla-cemento è meglio utilizzata per l'organizzazione del territorio, dove la temperatura operativa sarà superiore a 7 ° C.

Condizioni d'uso

Fondamentalmente, l'additivo adesivo funziona come un plastificante. Per lavorare con la malta, aggiungere la colla nella quantità di 5% -10% o 0,5 litri di PVA per 2-3 secchi di cemento. Se è prevista la posa delle piastrelle, è preferibile utilizzare il polivinilacetato al 20% o più.

La colla di miscelazione deve essere dopo la sua diluizione con acqua. Ciò consentirà una massa più uniforme alla fine. Tuttavia, se hai bisogno di una composizione con elevata adesione e plasticità, è meglio miscelare il cemento con la colla senza prima dissolversi in acqua.

conclusione

Le proprietà distintive del PVA possono essere utilizzate come additivo per miscele di calcestruzzo per scopi diversi. In questo caso, la superficie risultante sarà dotata di maggiore resistenza e durata.

La colla facilita la posa di malte, quindi sono arricchite con masse edili per lavori di falegnameria, finitura con intonaco e primer.

Soluzione di cemento e colla vinilica

  • Colla vinilica e sue proprietà
  • Caratteristiche e utilizzo del cemento con l'aggiunta di colla vinilica

La soluzione di cemento e la colla PVA vengono solitamente miscelate nel settore dell'edilizia per lungo tempo. Con questo, hanno cercato di migliorare la qualità della malta di cemento e sabbia. L'applicazione è iniziata quasi dal momento in cui la colla PVA è apparsa sul mercato aperto. Il calcestruzzo a cui è stato aggiunto ha acquisito una plasticità più elevata e sequestrato molto più velocemente della normale soluzione acquosa.

Componenti di malta cementizia.

Oggigiorno, il commercio di materiali da costruzione offre un numero considerevole di varietà di miscele secche, in cui la colla viene aggiunta in quantità già bilanciate. Tuttavia, il loro costo è piuttosto alto. Nel frattempo, se è corretto aggiungere colla PVA alla malta cementizia ordinaria, in alcuni casi il risultato non può essere peggiore. I costi finanziari per i materiali di consumo saranno significativamente ridotti.

Colla vinilica e sue proprietà

Questa sostanza è una massa bianca senza un odore distinto, avendo una consistenza panna mediamente grassa. Si basa sull'emulsione di polivinilacetato, che è uno dei tipi di polimeri.

La colla PVA è in grado di resistere alle basse temperature ed è atossica ed ecologica.

Su appuntamento, si differenzia in cartoleria, mobili e costruzione, ognuno dei quali ha nella sua composizione i corrispondenti addensanti e altri additivi. Quest'ultima viene confezionata per la vendita in secchi e botti di plastica con capacità di 1, 2, 5, 10 e 30 kg e può essere conservata a una temperatura compresa tra +5 e + 20 ° С per sei mesi.

Vale la pena ricordare che questa sostanza non è impermeabile, è facilmente diluita con acqua e ha paura dell'umidità elevata. Tuttavia, una volta completato il ciclo di polimerizzazione completo, polimerizza, diventa trasparente e non può essere sciolto in acqua. La superficie incollata resiste a una forza di trazione di circa 1300 g per 1 cm².

Allo stesso tempo, questo adesivo è in grado di resistere alle basse temperature. Conserva le sue proprietà a freddo a -20 ° C per molto tempo e può congelare e scongelare fino a 3 volte. Allo stesso tempo, il PVA non ha un effetto tossico ed è completamente rispettoso dell'ambiente.

Torna al sommario

Prima di tutto, vale la pena ricordare che questa colla viene gradualmente distrutta e perde le sue proprietà sotto l'influenza della radiazione ultravioletta. Tuttavia, aggiungendolo alla malta cementizia o al cemento, si ottiene il fatto che dopo la reazione con il cemento le sue proprietà cambiano e l'effetto della radiazione ultravioletta non è più spaventoso.

Tabella delle proporzioni degli ingredienti della composizione del cemento.

Questo è il motivo per cui il cemento con un additivo di questo tipo può essere utilizzato per riempire i massetti sia all'interno che all'esterno in luoghi in cui i raggi del sole possono liberamente cadere. Allo stesso tempo, in stanze come bagni o saune, dove è previsto un maggiore livello di umidità, non è ancora consigliabile posizionarlo.

La solita proporzione quando si aggiunge la colla PVA alla malta di cemento-sabbia è dal 5 al 10%, a condizione che sia diluito con acqua. L'aggiunta al calcestruzzo aumenta significativamente l'adesione e crea un ulteriore margine di sicurezza.

Se si mescola il cemento con esso senza l'aggiunta di acqua, si ottiene un adesivo sufficientemente potente, che è molto adatto per il fissaggio di piastrelle ceramiche, in particolare su una superficie verticale. L'idea di aggiungere questo componente alla malta per intonacatura si è diffusa. Da questo diventa molto più plastico, è meglio posizionato sulla superficie principale e si imposta più velocemente.

L'aggiunta di colla vinilica al cemento o altra malta cementizia influisce in ogni caso sulle proprietà del consumatore di quest'ultimo. Ciò è particolarmente evidente se confrontato con una malta cementizia con sabbia a base d'acqua convenzionale. L'adesione, la plasticità e il tasso di indurimento aumentano chiaramente.

Se non c'è una fonte costante di umidità e la temperatura ambiente non è inferiore a + 7 ° C, l'aggiunta di PVA ne vale sicuramente la pena, semplifica enormemente il processo di lavorazione con malte cementizie.

Proporzioni per l'introduzione della colla PVA nella miscela di cemento

Uno dei modi per migliorare le proprietà delle miscele cementizie è l'aggiunta di polivinilacetato - emulsione adesiva, solubile in acqua. Questa pratica viene spesso affrontata nella preparazione di intonaci, livellamento e soluzioni di collegamento e persino di calcestruzzi. Le proporzioni e la sequenza di input dipendono dallo scopo previsto delle composizioni, nella maggior parte dei casi, il PVA è pre-diluito con acqua. Le limitazioni d'uso includono l'uso di superfici trattate in condizioni di elevata umidità.

L'effetto di aggiungere colla alla malta cementizia

Il materiale è un tipo di polimero e viene usato come plastificante. Il PVA non ha un odore distinto, si dissolve in acqua (solo fino alla fine del processo di solidificazione del DSP o del cemento), non ci sono sostanze tossiche. La proporzione standard varia dal 5 al 10%, l'introduzione della composizione cemento-sabbia consente di:

  • Aumentare la sua plasticità.
  • Aumentare la sua resistenza alla flessione dopo la polimerizzazione. Gli esperimenti dimostrano che la superficie trattata con PVA resiste a una forza di trazione di 1.300 g / cm2.
  • Migliorare la qualità di adesione delle miscele a base di cemento. Il valore di adesione in questo caso dipende dai rapporti utilizzati, se lo si desidera, per ottenere un adesivo affidabile per piastrelle, la sua quota raggiunge il 20% del totale.
  • Semplifica i flussi di lavoro.

I limiti di applicazione includono lo sfruttamento in condizioni di esposizione al vapore caldo e umido, dovuto all'accelerazione dell'idrolisi del polivinilacetato e dei mezzi alcalini e alla sua trasformazione in alcool anche in forma legata. Per questo motivo, l'adesivo non viene introdotto nelle soluzioni per bagni, saune, piscine e per le aree di rivestimento esposte a frequenti carichi di umidità. Si riconosce un netto miglioramento dell'elasticità e dell'adesione, lo svantaggio è la mancanza di controllo sull'indurimento (il processo di idratazione della pietra cementizia è combinato con l'essiccazione della dispersione di polimero ed è generalmente più complicato).

Il PVA di una certa marca viene aggiunto alla composizione del cemento, vale a dire, per scopi di costruzione. La carta da parati o carta da parati contiene amido in eccesso, adesivi per legno - additivi e impurità estranei, scarsamente combinati con cemento Portland. Una dispersione acquosa contenente almeno il 50% di polimeri ha le proprietà necessarie per migliorare la malta. Viene venduto in contenitori di plastica imballati da 1 a 30 kg e ha una durata di 6 mesi.

Proporzioni di input e caratteristiche di fabbricazione di miscele di costruzione

Esistono due modi per combinare una soluzione di cemento e colla: nel primo additivo diluito con acqua (l'emulsione viene versata in un contenitore con un liquido e mescolata a fondo fino a completa trasparenza), nel secondo viene iniettata non diluita. La rottura dei rapporti standard W / D non è comunque raccomandata. L'aggiunta di PVA non diluito è necessaria quando si miscelano i giunti, ben miscelati - nella preparazione del calcestruzzo o per migliorare la duttilità. Le proporzioni dei componenti DSP sono selezionate in base alla destinazione di destinazione:

1. La proporzione dell'additivo standard in uno stato diluito per aumentare la duttilità e la resistenza alla flessione - 5-10%. In ricalcolo, questo significa 0,5 litri di PVA per 2-3 secchi (o 1 sacchetto) di un legante.

2. Nella fabbricazione di malte cementizie per il getto del massetto del pavimento principale, si consiglia di mescolare 100 kg di cemento Portland, 200 - sabbia, fino a 300 - frantoio frazionato fine, 5 - resistente al pigmento alcalino e 20 - direttamente al PVA. L'acqua viene aggiunta per ottenere la mobilità desiderata, il rapporto standard W / C varia da 0,45 a 0,55, non è consigliabile superarlo.

3. Quando si prepara una miscela di cemento per la posa di piastrelle, la percentuale di colla raggiunge il 20% della massa totale. In questo caso, è combinato con cemento secco e sabbia miscelati con un rapporto di 1: 5 (il grado di resistenza del legante non è inferiore a M400) senza l'aggiunta di acqua. La composizione risultante è caratterizzata da un'elevata adesione ed è adatta per il montaggio di prodotti su pareti verticali. Alcuni esperti consigliano di utilizzare una soluzione liquida di cemento, colla PVA e acqua per preparare superfici difficili (su lastre di calcestruzzo liscio, ad esempio, sostituisce le incisioni).

4. Se è necessario riparare vecchi massetti cementizi, si raccomanda di miscelare emulsione di cemento, sabbia e polivinilacetato in proporzioni di 1: 3: 0,5, rispettivamente, e aggiungere a loro il 4% della proporzione totale di resina epossidica legante e indurente. L'acqua viene iniettata per ottenere la consistenza desiderata - pastella. La composizione risultante ha una buona qualità di adesione e mantiene anche il calcestruzzo vecchio e secco.

5. Quando si miscelano gli intonaci, vengono utilizzate proporzioni standard di cemento Portland e sabbia: 1: 3. 50-70 g di colla per costruzioni PVA vengono aggiunti a 10 litri di miscela pronta (già miscelata).

Cemento con PVA: quanto aggiungere alla soluzione?

Il metodo con cui il PVA viene aggiunto alla malta cementizia è noto sin dai tempi sovietici. Migliora non solo le caratteristiche tecniche, ma anche operative.

Proprietà della colla PVA

Tale soluzione è ottenuta:

  • più uniforme;
  • plastica;
  • aumenta la forza di adesione tra le particelle della soluzione;
  • migliora la forza;
  • aumenta la resistenza all'usura;
  • impedisce la formazione di fessure, ecc.

La colla PVA è un polimero e consiste in un'emulsione di polivinilacetato. È perfettamente solubile in acqua, ma dopo l'essiccazione è resistente all'umidità. Non è tossico, sicuro per la salute e allo stesso tempo può mantenere le sue proprietà a temperature molto alte e basse.

Caratteristiche dell'applicazione

Prima di determinare le proporzioni dell'aggiunta di PVA al cemento, è necessario notare quale tipo di colla non è adatto per scopi di costruzione. Questo è principalmente un PVA progettato per prodotti di carta e cartone. Contiene troppo amido e altri riempitivi. Inoltre, non prendere PVA per il legno, in quanto contiene anche vari additivi non necessari.

Il secondo punto importante è lo scopo della soluzione. Perché le proporzioni di cemento con PVA saranno diverse. Per il massetto sono necessarie alcune proprietà e per la posa di piastrelle in ceramica. E l'ultima sfumatura, qual è l'umidità nella stanza. Nonostante il fatto che dopo che la colla si indurisce, è polimerizzata e non ha paura dell'umidità, tuttavia, non è ancora consigliabile utilizzarla in ambienti umidi (bagno, doccia, piscina).

Un'altra caratteristica è il regime di temperatura. Sebbene l'adesivo possa resistere a temperature grandi e piccole, ma per non rischiare il risultato finale di affidabilità e durata, è meglio che la temperatura sia superiore a +7 ° C.

Condizioni d'uso

L'aggiunta di PVA viene utilizzata come plastificante, ma migliora anche le proprietà della malta di cemento e sabbia. Le proporzioni di PVA in relazione al cemento sono dal 5% al ​​20%. Tutto dipende dalle specifiche dell'applicazione di questa soluzione. Se è un massetto, il 5% -10% del contenuto di colla sarà sufficiente, e se è per una piastrella, allora è meglio non risparmiare PVA e aggiungere il 20%.

Per rendere più chiaro - per 2-3 secchi di malta cementizia per massetto è necessario circa 0,5 litri di PVA. Aggiungere il PVA, già diluito con acqua, per miscelarlo in modo più uniforme con l'intera miscela.

Se mescoli la colla con il cemento, senza prima dissolversi in acqua, ti ritroverai con una composizione che avrà proprietà di adesione e plasticità eccellenti.

Soluzione di cemento e colla vinilica

La soluzione di cemento e la colla PVA vengono solitamente miscelate nel settore dell'edilizia per lungo tempo. Con questo, hanno cercato di migliorare la qualità della malta di cemento e sabbia. L'applicazione è iniziata quasi dal momento in cui la colla PVA è apparsa sul mercato aperto. Il calcestruzzo a cui è stato aggiunto ha acquisito una plasticità più elevata e sequestrato molto più velocemente della normale soluzione acquosa.

Componenti di malta cementizia.

Oggigiorno, il commercio di materiali da costruzione offre un numero considerevole di varietà di miscele secche, in cui la colla viene aggiunta in quantità già bilanciate. Tuttavia, il loro costo è piuttosto alto. Nel frattempo, se è corretto aggiungere colla PVA alla malta cementizia ordinaria, in alcuni casi il risultato non può essere peggiore. I costi finanziari per i materiali di consumo saranno significativamente ridotti.

Colla vinilica e sue proprietà

Questa sostanza è una massa bianca senza un odore distinto, avendo una consistenza panna mediamente grassa. Si basa sull'emulsione di polivinilacetato, che è uno dei tipi di polimeri.

La colla PVA è in grado di resistere alle basse temperature ed è atossica ed ecologica.

Su appuntamento, si differenzia in cartoleria, mobili e costruzione, ognuno dei quali ha nella sua composizione i corrispondenti addensanti e altri additivi. Quest'ultima viene confezionata per la vendita in secchi e botti di plastica con capacità di 1, 2, 5, 10 e 30 kg e può essere conservata a una temperatura compresa tra +5 e + 20 ° С per sei mesi.

Vale la pena ricordare che questa sostanza non è impermeabile, è facilmente diluita con acqua e ha paura dell'umidità elevata. Tuttavia, una volta completato il ciclo di polimerizzazione completo, polimerizza, diventa trasparente e non può essere sciolto in acqua. La superficie incollata resiste a una forza di trazione di circa 1300 g per 1 cm².

Allo stesso tempo, questo adesivo è in grado di resistere alle basse temperature. Conserva le sue proprietà a freddo a -20 ° C per molto tempo e può congelare e scongelare fino a 3 volte. Allo stesso tempo, il PVA non ha un effetto tossico ed è completamente rispettoso dell'ambiente.

Caratteristiche e utilizzo del cemento con l'aggiunta di colla vinilica

Prima di tutto, vale la pena ricordare che questa colla viene gradualmente distrutta e perde le sue proprietà sotto l'influenza della radiazione ultravioletta. Tuttavia, aggiungendolo alla malta cementizia o al cemento, si ottiene il fatto che dopo la reazione con il cemento le sue proprietà cambiano e l'effetto della radiazione ultravioletta non è più spaventoso.

Tabella delle proporzioni degli ingredienti della composizione del cemento.

Questo è il motivo per cui il cemento con un additivo di questo tipo può essere utilizzato per riempire i massetti sia all'interno che all'esterno in luoghi in cui i raggi del sole possono liberamente cadere. Allo stesso tempo, in stanze come bagni o saune, dove è previsto un maggiore livello di umidità, non è ancora consigliabile posizionarlo.

La solita proporzione quando si aggiunge la colla PVA alla malta di cemento-sabbia è dal 5 al 10%, a condizione che sia diluito con acqua. L'aggiunta al calcestruzzo aumenta significativamente l'adesione e crea un ulteriore margine di sicurezza.

Se si mescola il cemento con esso senza l'aggiunta di acqua, si ottiene un adesivo sufficientemente potente, che è molto adatto per il fissaggio di piastrelle ceramiche, in particolare su una superficie verticale. L'idea di aggiungere questo componente alla malta per intonacatura si è diffusa. Da questo diventa molto più plastico, è meglio posizionato sulla superficie principale e si imposta più velocemente.

L'aggiunta di colla vinilica al cemento o altra malta cementizia influisce in ogni caso sulle proprietà del consumatore di quest'ultimo. Ciò è particolarmente evidente se confrontato con una malta cementizia con sabbia a base d'acqua convenzionale. L'adesione, la plasticità e il tasso di indurimento aumentano chiaramente.

Se non c'è una fonte costante di umidità e la temperatura ambiente non è inferiore a + 7 ° C, l'aggiunta di PVA ne vale sicuramente la pena, semplifica enormemente il processo di lavorazione con malte cementizie.

Pva in proporzioni di malta cementizia

Persino i bambini che in un asilo o in una scuola li incollano fogli di carta sanno dell'esistenza della colla PVA. Tuttavia, lo scopo del polivinilacetato è molto più ampio: semplicemente non è sostituibile per lavori di carpenteria e persino per il processo di costruzione. Nella giusta concentrazione, PVA si trasforma in un adesivo universale e sigillante con elevate prestazioni impermeabili.

Colla vinilica in PVA: malta cementizia

Spesso, il PVA viene aggiunto alla malta cementizia. Naturalmente, molto qui dipende dalla qualità dell'adesivo stesso, quindi la preferenza dovrebbe essere data a prodotti di comprovate aziende. Con l'introduzione del PVA, la malta cementizia acquisisce ulteriore impermeabilità e maggiore adesione. I maestri consigliano di applicare il polivinilacetato sulla superficie prima di applicare la miscela di cemento, migliorando così ulteriormente l'adesione.

Ingredienti comuni per la creazione di malte cementizie di alta qualità sono la sabbia, il cemento stesso e la miscela costituita da PVA e acqua in un rapporto 2: 1. In questo caso, non è necessario versare acqua nella colla, ma, al contrario, aggiungere il PVA al liquido e mescolare accuratamente. Dopo l'essiccazione, il polivinilacetato diventa trasparente, quindi non sarà affatto visibile.

Colla vinilica in PVA: carpenteria e finitura

Molto spesso, la colla PVA è impregnata di legno per conferirgli ulteriore resistenza all'acqua. Inoltre, il polivinilacetato può essere utilizzato per fissare piastrelle ceramiche su una superficie di legno. Per fare questo, applicare almeno 3 strati di colla vinilica non diluita e lasciare asciugare completamente ogni strato.

Il polivinilacetato viene utilizzato per il trattamento di superfici altamente assorbenti prima dell'applicazione di materiali di finitura, caratterizzati da un breve tempo di asciugatura. Ad esempio, durante l'intonacatura, perché il gesso può essere assorbito molto rapidamente, senza dare il tempo per ottenere una superficie liscia. L'uso di PVA rende il processo di assorbimento dell'umidità non così veloce, consentendo agli artigiani di lavorare più a lungo con la composizione del gesso.

Colla PVA nella costruzione: intonaco, primer, vernice

Il polivinilacetato viene utilizzato come plastificante nella composizione delle soluzioni di gesso. Rende l'intonaco più resistente e migliora l'adesione con la base. Ogni master ha le sue proporzioni, tuttavia, a causa dell'avvento di plastificanti più moderni, la colla PVA sta perdendo popolarità in questa applicazione. Il polivinilacetato non può essere aggiunto a soluzioni che verranno utilizzate in ambienti con elevata umidità.

La colla PVA può essere resa disponibile nella composizione di primer per questo polivinilacetato diluito con acqua in un rapporto di 1: 2. Dopo una completa miscelazione, si dovrebbe ottenere una massa di bianco con una consistenza liquida, che è facilmente distribuita sulla base. Le vernici a base di PVA sono utilizzate per rivestire le superfici di pareti e soffitti. Tali formulazioni di dispersione dell'acqua sono economiche e facili da usare. Tuttavia, possono essere utilizzati solo in ambienti con livelli di umidità normali.

Aggiunta di PVA al calcestruzzo

Quali proprietà conferisce il PVA al massetto essiccato?
Ha senso aggiungerlo al massetto di questo tipo:
cemento (1), sabbia (3), superfluidificante C3 (un cucchiaino per 1 kg di cemento).

Modificato Vladimir57 13/07/2016

Aggiunto PVA al tasso di (1-3) secchi -0,5 litri di PVA.
Perché - non lo so, ma il massetto è venuto fuori senza allentarsi, ha saldamente morso nel cemento delle lastre del pavimento e non c'è una sola fessura dove.

Il calcestruzzo funziona bene in compressione, ma molto male in flessione.
Pertanto, per il massetto, è necessario innanzitutto "migliorare" il lavoro sulla curva.
Molti polimeri idrosolubili possono farlo. Meglio di tutti, ovviamente il lattice SCS-65GP. Ma lui è carente. Pertanto, il PVA è abbastanza adatto. Dosaggi 5-20% in peso di cemento.

ATTENZIONE. Quando acquisti PVA, fai attenzione che l'etichetta "Glue" non sia presente su nessuna etichetta. "Colla vinilica per carta": il 60-80% è costituito da amido. E "colla vinilica per legno" - ci sono molti CMC lì. Questo è un modo "catering" per renderlo pesante. Il PVA con amido realmente incolla meglio la carta e PVA con CMC è in legno. Ma per la produzione di calcestruzzo di alta qualità, non sono adatti.

È possibile raccomandare l'aggiunta di C-3 0,6-0,7% in peso di cemento contemporaneamente alla soluzione di PVA al 10%.
Il PVA aumenta la resistenza alla compressione di singole fonti di 1,5 volte, 3-5 volte aumenta la forza di adesione della soluzione alla base, aumenta la duttilità e la lavorabilità, riduce la quantità di acqua di miscelazione fino al 25%.

os ha scritto:
. contemporaneamente con una soluzione di PVA 10%.
Il PVA aumenta la resistenza alla compressione di singole fonti di 1,5 volte, 3-5 volte aumenta la forza di adesione della soluzione alla base, aumenta la duttilità e la lavorabilità, riduce la quantità di acqua di miscelazione fino al 25%.

Da ciò concludo che si tratta di un plastificante ordinario e non ha senso aggiungerlo ad altri plastificanti più efficaci.

os ha scritto:
È possibile raccomandare l'aggiunta di C-3 0,6-0,7% in peso di cemento contemporaneamente alla soluzione di PVA al 10%.
Il PVA aumenta la resistenza alla compressione di singole fonti di 1,5 volte, 3-5 volte aumenta la forza di adesione della soluzione alla base, aumenta la duttilità e la lavorabilità, riduce la quantità di acqua di miscelazione fino al 25%.

Questa è la ricetta che ho visto.

Ho comprato una lattina di un edificio in PVA.
su questo è stato scritto che è inteso per miscele concrete.

Confuso il suo aspetto e la solubilità.
È stato venduto in un secchio di plastica bianca, come ad esempio il modo in cui vengono vendute le vernici.
Il PVA stesso è una specie di bianco spessa, come una gelatina molto spessa, solo una specie di scaglie (non ci sono grumi).
Un po 'come colla per carta da parati a base di amido, che deve essere diluito. La corrente che diventa trasparente e questa bianca. al tatto un po 'viscido.

È imbarazzante che abbia in qualche modo divorziato gravemente in acqua.
Nuota come coaguli senza forma.
Anche se un paio di minuti con un mixer ad alta velocità ha fatto la miscela in una massa omogenea.

Non so che aspetto abbia un vero PVA, questa massa non è simile alla solita colla PVA.

Qui penso a cosa fare, ne vale la pena di mettere un massetto o buttare via dal peccato?

Ho dimenticato di scrivere perché ho bisogno di PVA nella miscela.
Un accoppiatore galleggiante con un cavo di un pavimento isolato termicamente.
Il cavo è posato su una rete metallica con una cella da 5 cm costituita da un filo da 5 mm.
L'intero massetto sarà rinforzato con rete in fibra di vetro.

  1. (Sergey Ruzhinsky) PVA aumenta la resistenza alla flessione.
  2. (OS) PVA aumenta la resistenza alla compressione delle singole fonti di 1,5 volte, aumentando di 3-5 volte la forza di adesione della soluzione con la base.
    Queste proprietà sono più caratteristiche per PVA e non per il plastificante.

2 vova123:
Sulla solubilità della pva attirò l'attenzione. Inoltre è diviso in strisce e posizionato sul fondo del serbatoio. Ma dopo la miscelazione, si scioglie in modo soddisfacente in acqua e non si deposita per circa mezz'ora. Pertanto, mi metto un po 'in anticipo (10-15 minuti prima dell'uso e sto già erogando un contenitore). Uso PVA Super "Novbythim", esiste una versione più economica di "Universal". Cosenza bianco brillante senza inclusioni.

vova123 ha scritto:
Ho comprato una lattina di un edificio in PVA.
su questo è stato scritto che è inteso per miscele concrete.

vova123 ha scritto:
imbarazzato il suo aspetto e la solubilità.
venduto in un secchio di plastica bianca, come la vernice venduta.
Il PVA stesso è una specie di bianco spessa, come una gelatina molto spessa, solo una specie di scaglie (non ci sono grumi).
un po 'come la colla per carta da parati a base di amido, che deve essere diluita. corrente che diventa trasparente, e questo bianco. al tatto un po 'viscido.

Sì, è così solo.

vova123 ha scritto:
confuso dal fatto che in qualche modo divorziò male in acqua.
nuota grumi così informi.
anche se un paio di minuti con un mixer ad alta velocità ha trasformato la miscela in una massa omogenea.

E volevi anche acquistare H2O con PVA? Questo è sempre il benvenuto se l'impianto idraulico è troppo economico.

vova123 ha scritto:
Non so che aspetto abbia un vero PVA, questa massa non è simile alla solita colla PVA.
Qui penso a cosa fare, ne vale la pena di mettere un massetto o buttare via dal peccato?

Se sei lontano dal peccato, allora dammi un regalo. Ti prego peccati

  1. (Sergey Ruzhinsky) PVA aumenta la resistenza alla flessione.
  2. (OS) PVA aumenta la resistenza alla compressione delle singole fonti di 1,5 volte, aumentando di 3-5 volte la forza di adesione della soluzione con la base.

os ha scritto:
Queste proprietà sono più caratteristiche per PVA e non per il plastificante.

Come hai preso questo? Queste proprietà sono caratteristiche di qualsiasi plastificante. In realtà tutti i plastificanti svolgono due compiti:

  1. aumentare la mobilità della miscela mantenendo altri parametri (compresa la forza)
  2. mantenere la mobilità a CC inferiore (CC più basso aumenta la forza).

Non conosco il principio di funzionamento degli additivi adesivi speciali, ma l'aggiunta di un plastificante a causa dell'aumento di resistenza e scorrevolezza aumenta anche l'adesione.

Il principio di funzionamento dei plastificanti è che non consentono al cemento di interagire con l'acqua per qualche tempo. A causa di ciò, si ottiene una quantità eccessiva di acqua nella soluzione, e dopo aver miscelato la miscela risulta essere più plastica. Dopo un po 'di tempo, il plastificante viene distrutto e il cemento inizia a reagire con l'acqua. Cioè, il plastificante funziona solo poche ore dopo la miscelazione.

Ora, se qualcuno ha scritto che il PVA riduce di un certo punto il modulo di elasticità del calcestruzzo, sarei d'accordo sul fatto che il PVA non è solo un plastificante, ma anche un elastico. Se uno non scrive su una proprietà così utile, allora probabilmente semplicemente non esiste.

Radj ha scritto:
Il principio di funzionamento dei plastificanti è che non consentono al cemento di interagire con l'acqua per qualche tempo. A causa di ciò, si ottiene una quantità eccessiva di acqua nella soluzione, e dopo aver miscelato la miscela risulta essere più plastica. Dopo un po 'di tempo, il plastificante viene distrutto e il cemento inizia a reagire con l'acqua. Cioè, il plastificante funziona solo poche ore dopo la miscelazione.

Perché è lui a crollare? Ho pensato che aumentasse la bagnabilità dei componenti della miscela.

Riempito il massetto nel fine settimana.
Gli strati erano tali - EPPS, massetto, rinforzo in fibra di vetro, massetto
trovato una caratteristica interessante quando cammini sul primo strato appena coperto coperto con una rete d'acqua spremuta fuori di esso

"Ora, se qualcuno ha scritto.."
Chekhov A.P. Ref. Per soluzioni concrete:
"L'aggiunta di PVA al calcestruzzo aumenta la resistenza alla compressione di 1,5 volte e la flessione di trazione di 2-3 volte, 3-5 volte aumenta la forza di adesione del calcestruzzo (malta)..., l'abrasione del calcestruzzo con PVA (5%) diminuisce di 2, 3 volte. "

vova123 ha scritto:
perché è crollare?

Ad esempio, da un ambiente alcalino.

Vedi, e non c'è una parola sul modulo elastico.
Soprattutto qui non è senza scopo che il% è indicato tra parentesi per la massima riduzione dell'abrasione, poiché non corrisponde a% per ottenere le caratteristiche di resistenza massima.

2 Radj:
Bene (circa non una parola) cercheremo di costruire la tua logica in modo diverso:
"L'aggiunta di un plastificante a causa della maggiore resistenza e fluidità aumenta anche l'adesione."
E se aggiungete in cambio un costoso plastificante d'acqua, aumentando la fluidità - aumenterà l'adesione?
E se aggiungi altro cemento?

os ha scritto:
E se aggiungete in cambio un costoso plastificante d'acqua, aumentando la fluidità - aumenterà l'adesione?
E se aggiungi altro cemento?

La ricetta "da gustare" non funzionerà qui. Sarebbe così semplice, quindi non sarebbero necessari plastificanti, elastici, adesivi e additivi per l'aria, ecc. L'aggiunta di acqua alla fluidità ridurrà la forza e l'aggiunta di cemento non aumenta sempre la forza.

2 Radj:
Qui tu stesso hai risposto alla tua domanda sul confronto delle proprietà di un plastificante e di un PVA sull'esempio del confronto tra acqua e un plastificante:
"Sarebbe così semplice, quindi non ci sarebbe bisogno di plastificanti, elasticizzanti, adesivi e additivi aerodinamici, ecc."
La tua risposta suona così:
"Sarebbe tutto fornito con additivi di un plastificante, quindi in elastici, adesivi e additivi per l'aria, ecc., Non ci sarebbe bisogno, queste proprietà sono più caratteristiche per il PVA e non per il plastificante."
E tu puoi leggere qui:
Aleksandrovsky A.V., Popov K.N.
A 46 Materiali per intonaci decorativi, piastrelle e mosaici: Proc. per nomi Scuola professionale - M.: Superiore. wk., 1986. - 240s.: limo,

Ecco alcuni estratti:
§ 37. Soluzioni di cemento polimerico
Le malte cementizie convenzionali, così come le malte su altri leganti minerali, presentano diversi inconvenienti significativi: bassa resistenza alla trazione e flessione; bassa deformabilità e bassa resistenza all'impatto; adesione insufficiente ad altri materiali da costruzione; bassa resistenza all'abrasione e durante l'abrasione delle soluzioni si forma molta polvere.
Al fine di ridurre o eliminare questi inconvenienti, additivi polimerici nella quantità di 2 sono introdotti in soluzioni di leganti minerali. 30% in peso di cemento. Tali soluzioni sono chiamate polimero-cemento (se sono preparate sulla base di altri leganti minerali, ad esempio quelli di gesso, quindi, di conseguenza, sono chiamati gesso polimerico, ecc.).
Nelle soluzioni polimero-cemento, il polimero influisce sui processi fisico-chimici di indurimento del legante minerale e modifica significativamente la struttura della soluzione indurita, entrando in essa come fase indipendente.
Il polimero può essere introdotto nella miscela di malta sotto forma di una soluzione acquosa; in questo caso, la quantità di polimero di solito non supera 3.. 0,5% in peso di cemento. Ciò è spiegato dal fatto che le sostanze organiche, inclusi i polimeri, disciolte nell'acqua di miscelazione, rallentano l'idratazione dei leganti minerali, maggiore è la concentrazione di materia organica.
Dispersioni acquose di polimeri insolubili in acqua sono molto più comunemente usate, ad esempio, dispersione di polivinilacetato (PVAD) e lattici di gomma sintetica (SCS). Sotto forma di dispersioni, è possibile immettere 10...20% polimero (in peso di cemento).
È ben combinato con il legante minerale senza l'introduzione di uno stabilizzatore aggiuntivo solo la dispersione plastificata di PVA. In altri casi, le dispersioni devono essere verificate per verificarne la compatibilità con il test del legante.
Gli additivi polimerici contribuiscono a una distribuzione più uniforme dei pori nel volume della soluzione e ad una netta diminuzione delle loro dimensioni. Se in una normale malta cementizia ci sono pori più grandi di 1 mm e il maggior numero di pori è 0,2.. 0,5 mm, quindi in soluzione polimero-cemento la dimensione dei pori non supera 0,5 mm e la dimensione della maggior parte dei (90....95%) pori è inferiore a 0,2 mm.
Miscele di malta con aria trascinata sono caratterizzate da elevata plasticità e buona lavorabilità con un contenuto di acqua inferiore rispetto alle soluzioni convenzionali. Inoltre, molti additivi polimerici hanno un effetto plastificante. Entrambi questi fattori (intrappolamento e plastificazione dell'aria) devono essere presi in considerazione quando si dosano acqua di miscelazione in soluzioni di cemento polimero. La fine porosità chiusa delle soluzioni polimero-cemento aumenta la resistenza all'acqua e al gelo.
L'aumentata adesione delle soluzioni polimero-cemento è spiegata dal fatto che quando la soluzione viene applicata alla base, il polimero si concentra all'interfaccia e funge da strato adesivo tra la base e la soluzione. L'adesione dipende dal tipo di polimero e aumenta con l'aumentare del contenuto. Le proprietà adesive aumentate dei leganti polimerici cementizi si manifestano solo quando indurite in condizioni asciutte all'aria.
ELEVATE PROPRIETÀ ADESIVE DI POLIMERI NON SONO STATE SOLO SULLA CLUTCHING CON ALTRI MATERIALI, MA E CAMBIARE LE PROPRIETÀ MECCANICHE DELLA PIÙ SOLUZIONE. STRATI POLIMERIZZATI, COLLEGANDO I COMPONENTI MINERALI DELLA SOLUZIONE, AUMENTANO LA SUA RESISTENZA IN ESTENSIONE E FLESSIBILITÀ. IL MODELLO DI ELASTICITÀ DEL POLIMERO È DI 10 VOLTE QUI DI SEGUITO, ANCHE ALLA MALTE CEMENTIZIE, PERTANTO LA SOLUZIONE POLIMERIZZATA È PIÙ DEFORMATIVA DI ORDINARIA. COSÌ, UNA STESSA DEFORMAZIONE AD UNA SOLUZIONE POLIMERIZZATA CON ADDITIVO 10...15% DALLA MASSA DI CEMENTO DI BUTADYENSTIROL LATEX APPARE A TENSIONI IN 2...3 TEMPI PIÙ BASSI DI UNA MALTE CEMENTOM CEMENTOM.
Ne consegue che con un valore uguale di deformazione di ritiro, le sollecitazioni di taglio nella zona di contatto della malta polimero-cemento con un altro materiale (superficie da tagliare, il rivestimento) saranno da due a tre volte inferiori rispetto a quelle di una malta cementizia convenzionale. La seconda importante conseguenza della diminuzione del modulo elastico e la maggiore deformabilità delle soluzioni di cemento polimerico è un aumento della loro resistenza sotto carichi d'urto.
Introduzione alla soluzione di polimero in quantità superiori a 7... Il 10% in peso di cemento provoca un marcato aumento del restringimento durante l'indurimento. Tuttavia, allo stesso tempo, aumenta anche la deformabilità della soluzione, quindi le soluzioni di polimero-cemento non sono inferiori alle solite in termini di resistenza alle incrinature e talvolta addirittura superano.
La presenza del polimero nella malta cementizia cambia il suo trasferimento di umidità: tali soluzioni si asciugano più lentamente, il che ha un effetto positivo sull'indurimento del cemento.
Le suddette proprietà delle malte cementizie polimeriche forniscono una maggiore resistenza di fissaggio dei materiali di rivestimento con soluzioni di cemento polimerico. Se per malte cementizie la resistenza all'adesione con piastrelle ceramiche raggiunge un massimo di 7...9 - l'età quotidiana, dopo di che diminuisce a 28 - l'età quotidiana a 5 anni. 6 volte, è caratteristica per le soluzioni di cemento polimerico raggiungere un massimo di 9.. 10

E giorno e l'assenza del suo declino nel futuro. La resistenza del fissaggio della piastrella con malta cementizia a 28 giorni di età è quasi 20 volte maggiore della resistenza del fissaggio con malta cementizia. Questa proprietà delle malte cementizie polimeriche ha causato il loro uso diffuso come strato nelle superfici affacciate.
Le malte polimero-cemento per pavimenti sono caratterizzate da una maggiore resistenza all'abrasione e non formano polvere quando vengono indossate. Un ulteriore aumento nell'aggiunta del polimero modifica leggermente l'abrasione e aumenta il costo del rivestimento.
Per una migliore adesione delle soluzioni di cemento in polivinilacetato, le superfici in calcestruzzo vengono preliminarmente innescate.. 10 0,7% di soluzione di PVAD.
La pratica ha dimostrato l'efficacia dei massetti polimerici in cemento sotto i pavimenti monolitici. Le dispersioni acquose dei lattici SCS-65GP, DVHB-70 e PVAD sono utilizzate come additivo polimerico.

"Ora, se qualcuno ha scritto che il PVA riduce il modulo di elasticità del calcestruzzo di qualche punto percentuale, sarei d'accordo sul fatto che PVA non è solo un plastificante, ma anche un elastico. Se non si scrive su questa proprietà utile, probabilmente semplicemente non lo fa

La verità arriva a chi è pronto ad accettarlo.

Pavimentazione in calcestruzzo colato. Guadagna, dai un consiglio sensato!

# 121 leks43

  • Utenti
  • 2117 messaggi
    • Città: Petrozavodsk
    • Nome: Yury Ivanov

    Il post è stato modificato da 44: 01 luglio 2012 - 23:03

    # 122 leks43

  • Utenti
  • 2117 messaggi
    • Città: Petrozavodsk
    • Nome: Yury Ivanov

    leks43 (01 luglio 2012 - 15:45) ha scritto:

    Il post è stato modificato da 44: 01 luglio 2012 - 23:23

    # 123 leks43

  • Utenti
  • 2117 messaggi
    • Città: Petrozavodsk
    • Nome: Yury Ivanov

    # 124 aluma

    leks43 (01 luglio 2012 - 23:23) ha scritto:

    Il post è stato modificato a: 01 luglio 2012 - 23:48

    # 125 Qzmich


    Devo dire subito: i dubbi sulla "amicizia" del cemento e del PVA sono infondati. Non ho sentito la differenza nella resistenza graffiando, anche se era di una settimana per il calcestruzzo fresco (e guadagna il 90% della forza in 28 giorni). È vero, i confini non provengono da "cemento reale, ma da pressatura a secco (o pressatura semi-secca - hez). Tuttavia, le conclusioni finali possono essere fatte in un anno - un altro.

    # 126 leks43

  • Utenti
  • 2117 messaggi
    • Città: Petrozavodsk
    • Nome: Yury Ivanov

    Rifinire e riparare il pavimento, stendendo il pavimento con le proprie mani

    La qualità del pavimento dipende dalla qualità del massetto. Bene, e l'accoppiatore qualitativo risulta dalla soluzione correttamente preparata. Ecco una relazione. Se nel complesso tutto è chiaro, vale comunque la pena di parlare delle sottigliezze, perché a volte le piccole cose decidono tutto. Riguarda le caratteristiche della produzione, soluzione impastatrice per massetto che discuteremo in questo articolo. Toccheremo gli argomenti dei componenti inclusi nel rastovr, i loro rapporti, vi diremo del processo di miscelazione della soluzione di massetto.

    Componenti per malta per massetto

    Parleremo della preparazione della malta di cemento e sabbia. Questa miscela è nella maggior parte dei casi utilizzata per massetto. Per la preparazione della soluzione utilizzata cemento, principalmente marchio PC-500D0. Per ulteriori informazioni sulle caratteristiche del cemento utilizzato si può trovare nell'articolo "Cemento - decodifica gradi, additivi".
    Il secondo componente sta costruendo sabbia di umidità naturale. La sabbia del fiume non viene utilizzata durante la costruzione. Il fatto è che la sabbia del fiume ha una forma rotonda più regolare. Di conseguenza, l'assenza di irregolarità sui granelli di sabbia compromette l'adesione alla soluzione, che può portare alla dispersione della soluzione dopo la solidificazione.
    Oltre a questi due componenti, è possibile aggiungere alla soluzione una fibra di propilene per aumentare la resistenza del massetto e il suo ritiro plastico.

    Sul massetto con questo componente, quasi mai crepa.
    Un altro componente può essere un plastificante. Aumenta la plasticità della soluzione, aumenta la sua durata e riduce la quantità di acqua utilizzata. Nel caso di un plastificante, la soluzione si mescola un po 'meglio durante la preparazione, poiché il plastificante riduce la viscosità della soluzione. Al momento ci sono molti plastificanti per massetti sul mercato, possono essere sia asciutti che liquidi. Se il plastificante è asciutto, deve prima essere sciolto in acqua e poi aggiunto. Uno dei plastificanti comuni per i massetti è la colla PVA. Di conseguenza, una minore quantità di acqua consente un cuscino più denso dalla soluzione dopo che si asciuga. Con una grande quantità di acqua nella soluzione, si possono formare dei vuoti d'aria dall'acqua evaporata.
    E l'ultimo componente della soluzione per il massetto è l'acqua stessa.

    Il rapporto dei componenti per massetto di malta

    La composizione della soluzione può variare leggermente a seconda della stanza in cui è posizionata. Se una stanza con una croce grande e un carico meccanico elevato, tre parti di sabbia (1: 3) vengono prese per una parte del cemento. Va ricordato che riducendo la percentuale di sabbia nella soluzione influisce sulla qualità del massetto, può rapidamente diventare inutilizzabile. Per i locali residenziali viene utilizzata una proporzione da 1 a 4. Tale proporzione è sufficiente per una soluzione di malta di alta qualità. La fibra viene aggiunta alla soluzione nella quantità di 600-900 grammi per metro cubo di soluzione. La quantità di plastificante è presa dalle raccomandazioni del produttore, che indica sulla confezione. Con questo rapporto di componenti utilizzati 15 litri di acqua per 50 chilogrammi di cemento.

    Come preparare una soluzione per massetto (operazioni condotte sulla miscelazione della soluzione)

    Quando prepara manualmente la soluzione, viene preparata nella padella. Il cemento viene versato nell'acqua e non viceversa.

    Quindi mescolare accuratamente fino a ottenere una massa omogenea.

    Quindi si aggiunge la sabbia di costruzione e si mescola bene.

    Qui, infatti, l'intero processo di impastare la soluzione per massetto. Come opzioni della soluzione, come abbiamo già detto, è possibile utilizzare vetroresina e (o) plastificante. Questi componenti verranno aggiunti per ultimi. Abbiamo parlato dei volumi di tali additivi nel paragrafo precedente.

    Mezzi di meccanizzazione nella soluzione impastatrice per massetto

    Naturalmente, i mezzi di meccanizzazione, come il mortaio, rendono semplice la preparazione della soluzione e la soluzione risulta di qualità superiore. Più in particolare, la qualità della soluzione ottenuta mediante la meccanizzazione, è prima necessario dire che la soluzione in questo caso è più omogenea. La betoniera è in grado di spostare un mix pesante in pochi minuti, grazie ad un volume di lavoro adattato e una notevole potenza.
    Spostare manualmente la soluzione è difficile, in primo luogo, a causa della capacità generalmente rettangolare, dove la sabbia o la soluzione ristagna negli angoli, con agitazione. In secondo luogo, a causa dell'elevata intensità di lavoro, quando l'agitatore si ferma prima, vedendo il colore uniforme della soluzione, senza ricevere una soluzione di consistenza uniforme. Tuttavia, per la preparazione di una piccola quantità di soluzione, ad esempio un secchio, è possibile utilizzare un trapano con un ugello speciale. Il risultato, in questo caso, sarà anche migliore se lo mescoli con una pala.

    Potete scoprire come versare un massetto di malta cementizia dall'articolo "Massetto di cemento (sabbia di cemento) per il pavimento".