Calcestruzzo a temperature negative

Disposizioni generali. Il concetto di "condizioni invernali" nella produzione del lavoro concreto è diverso dal calendario. Le "condizioni invernali" per una costruzione specifica iniziano quando la temperatura esterna media giornaliera scende a + 5 ° С e durante il giorno scende sotto lo zero.

A temperature inferiori a 0 ° C, i processi di idratazione cessano nel calcestruzzo, vale a dire interazione di minerali di cemento con acqua. L'indurimento del calcestruzzo è sospeso mentre il calcestruzzo congela, trasformandosi in un monolite, la cui forza è determinata dalle forze di congelamento. Nel calcestruzzo sono presenti tensioni interne, causate da un aumento del volume di acqua libera di circa il 9% durante il congelamento. Queste sollecitazioni rompono i legami adesivi immaturi tra i singoli componenti del calcestruzzo, riducendone la resistenza. L'acqua libera, congelata sulla superficie dei granuli dei riempitivi sotto forma di un film sottile, impedisce l'adesione della pasta di cemento con il riempitivo. Inoltre compromette le proprietà di resistenza del calcestruzzo.

Dopo lo scongelamento del calcestruzzo, viene ripristinato l'indurimento a una temperatura positiva, ma la resistenza è inferiore a quella di progetto, vale a dire uno che sarebbe stato raggiunto se curato in condizioni normali. Altre proprietà del calcestruzzo sono anche ridotte: densità, durabilità, adesione al rinforzo, ecc. Le proprietà del calcestruzzo si deteriorano più significativamente, prima era congelato dopo la posa. Se al momento del congelamento il calcestruzzo guadagna una certa forza, allora l'impatto negativo del congelamento sulle sue proprietà è piccolo: dopo lo scongelamento, la resistenza del calcestruzzo può raggiungere il valore di progetto. In questo caso, il legame adesivo tra la pasta di cemento e il riempitivo è molto più stressante interno. Pertanto, la probabilità di deformazioni nella zona di contatto è minore.

La resistenza minima del calcestruzzo al momento del suo congelamento, sufficiente per raggiungere la resistenza del progetto dopo il loro scongelamento, è definita critica. Questa resistenza per calcestruzzo in strutture con rinforzo non sollecitato dovrebbe essere almeno il 30. 50% del design, a seconda della classe di calcestruzzo e non inferiore a 50 kg / cm2. Nelle strutture precompresse, dovrebbe essere almeno il 70% del design. Se le strutture dovrebbero essere caricate in inverno, quindi entro il periodo di congelamento, la resistenza del calcestruzzo in esse dovrebbe raggiungere il 100% del valore di progetto.

Per ottenere un calcestruzzo di qualità progettuale in condizioni invernali, è necessario garantire un regime di temperatura e umidità in cui i processi di indurimento fisico-chimico non siano disturbati o rallentati. La durata del mantenimento di tale regime dovrebbe garantire il raggiungimento della forza critica o di progettazione.

Il compito del concremento "invernale": ottenere concretezza di una data forza. Per questo, vengono eseguite misure generali e varie tecnologie per garantire il normale modo di indurimento del calcestruzzo.

a) I lavori sono eseguiti su calcestruzzo riscaldato. Questa miscela al momento della posa nel progetto dovrebbe avere una temperatura positiva, l'inverso della temperatura ambiente. Ciò si ottiene riscaldando acqua, macerie e sabbia (vapore) durante la preparazione della miscela di calcestruzzo nello stabilimento.

b) Per evitare il raffreddamento nel modo, il corpo dell'autocarro con cassone ribaltabile è chiuso sulla parte superiore con le protezioni e dal fondo è riscaldato dai gas di scarico dal motore dell'automobile attraverso la doppia parte inferiore del corpo.

c) Vasche e bidoni sono coperti con coperchi isolati in legno e rivestiti all'esterno. Nelle forti gelate, vengono periodicamente riscaldati a vapore. Le pompe per calcestruzzo sono installate in ambienti riscaldati. Prima di iniziare il lavoro, l'acqua calda viene pompata attraverso il tubo di cemento. I collegamenti di tubi del betonovod principale ad una temperatura inferiore a meno 10 ° C sono racchiusi in isolamento termico insieme ad una tubazione di riscaldamento grossolana.

d) Prima di posare la miscela di calcestruzzo, le casseforme e gli accessori vengono ripuliti da detriti, neve e ghiaccio. Per fare ciò, se necessario, utilizzare l'aria calda dei riscaldatori o del vapore, nonché il risciacquo con vapore caldo seguito da aria calda.

e) A gelate inferiori a 15 ° С, i rinforzi delle barre con un diametro superiore a 25 mm e le sezioni laminate vengono riscaldate a più 5 ° С per garantire una buona adesione del calcestruzzo al rinforzo. Con lo stesso scopo, gli elementi metallici che sporgono oltre la cassaforma isolata, dopo il riscaldamento, sono isolati ad una lunghezza di almeno 1,5 m dal blocco.

f) La qualità del calcestruzzo è fortemente influenzata dalla condizione della fondazione su cui è posato. È importante escludere il congelamento precoce del calcestruzzo in corrispondenza della giunzione con la base e la successiva deformazione dei terreni della base di sollevamento.

Prima di iniziare a cementare le fondamenta, i terreni che sollevano sono riscaldati dal vapore, dal fuoco o dall'elettricità. I terreni non sollevati non si riscaldano. La temperatura della miscela deve essere almeno 10 ° C superiore alla temperatura del terreno di base. Non è consentito posare il calcestruzzo sul terreno ghiacciato (base "congelata").

Se è necessario posare il calcestruzzo sul calcestruzzo precedentemente posato e congelato, viene riscaldato ad una profondità di almeno 400 mm e protetto dal congelamento fino a quando non acquisisce calcestruzzo critico con calcestruzzo fresco.

g) Durante la cementazione, per ridurre le perdite di calore, la miscela di calcestruzzo viene posata in piccole sezioni lungo la lunghezza e la larghezza in modo che gli strati precedentemente sovrapposti si sovrappongano più rapidamente con quelli nuovi e la temperatura del calcestruzzo non abbia il tempo di scendere al di sotto di quella calcolata.

h) Il calcestruzzo viene eseguito 24 ore su 24 senza interruzioni, poiché la preparazione di giunti di lavorazione congelati è molto laboriosa e la qualità richiesta non è sempre garantita.

Tecnologie che garantiscono la normale modalità di indurimento del calcestruzzo:

1. L'uso di additivi chimici.

Gli additivi chimici abbassano il punto di congelamento della parte liquida della miscela di calcestruzzo, che garantisce l'indurimento del calcestruzzo a una temperatura inferiore a 0 ° C, il che aumenta il tempo di stagionatura.

Questo metodo è relativamente economico (costi aggiuntivi rispetto alle condizioni normali (apprezzamento) di circa il 16%) ed è ampiamente utilizzato nella costruzione. Come additivi vengono utilizzati: cloruro di sodio, cloruro di calcio, carbonato di potassio (potassio), nitrito di sodio, ecc.

Gli additivi vengono introdotti nella miscela di calcestruzzo durante la sua preparazione. A seconda della loro quantità, si ottiene un determinato effetto:

- all'1-2% in peso di cemento - accelerazione della tempra del calcestruzzo;
- al 3-5% del peso del cemento - abbassando la temperatura di congelamento di 5-10 ° C;
- al 10-15% del peso del cemento - l'eliminazione completa del congelamento è "calcestruzzo freddo", ma allo stesso tempo la stagionatura dura 40-90 giorni.

2. Riscaldamento concreto.

a) Il metodo di "thermos". Viene utilizzato il calore generato dalle reazioni chimiche dell'indurimento del calcestruzzo. Per questo design ulteriormente riscaldato.

Il metodo è efficace per le massicce strutture di forma semplice, in particolare per strutture e strutture sepolte sul terreno e nel terreno (fondazioni, muri di fondazione, fondazioni per attrezzature, pavimenti a terra, ecc.). Per migliorare l'effetto nella preparazione della miscela utilizzata cementi con elevata dissipazione del calore.

b) Riscaldamento a vapore. Una "camicia" di materiale di copertura, scudi in legno o acciaio è disposta attorno alla struttura in cemento, sotto il quale viene fornito il vapore (Fig. 4.52). "Camicia" fornisce il necessario riscaldamento della struttura e dell'umidità (non asciuga il calcestruzzo).

Si utilizza vapore a bassa pressione 0,5-0,7 atm. con una temperatura di 80-90 ° С. Modalità approssimativa di riscaldamento a vapore: la velocità di salita (gradiente) della temperatura non è superiore a 5-10 gradi / ora; riscaldamento isotermico ad una temperatura di 80 ° C per calcestruzzo su cemento Portland normale e 95 ° C - su cemento di scorie e cemento pozzolan. La velocità di raffreddamento (gradiente) del calcestruzzo deve essere di 10 gradi / ora. È possibile condurre il riscaldamento a vapore del calcestruzzo fino a quando non ottengono la forza del progetto, che è particolarmente importante per le nostre regioni orientali e settentrionali, dove il "periodo invernale" è
8. 10 mesi.

Il metodo è utilizzato per riscaldare varie strutture in calcestruzzo, ma solo dove c'è vapore nella quantità richiesta.

c) Riscaldamento elettrico. Elettrodi interni. Il calore viene generato quando la corrente elettrica passa attraverso una miscela di calcestruzzo bagnata. Gli elettrodi possono essere incorporati nel calcestruzzo appena posato o, prima di cementare, i fili di riscaldamento vengono posati nella struttura. Il numero di elettrodi, i fili di riscaldamento in ciascun caso è determinato dal calcolo.

Il vantaggio di questo metodo è la semplicità. Svantaggi: la complessità del controllo (osservazione 24 ore su 24) e l'alto costo.

All'aperto - il calore viene emesso dalla cassaforma "riscaldante" o riscaldando i cavi elettrici flessibili.

3. Concreting nelle serre. Sopra la struttura in cemento o una parte di essa, è sistemata una recinzione leggera fatta di tela cerata, film, ecc. (tenda) e sotto di essa viene fornita aria calda o riscaldatori all'interno della tenda. Sotto la tenda (temperatura più 5-10 ° C), il calcestruzzo viene eseguito in condizioni normali.

A seconda dell'attività, il calore può "funzionare" per 3-16 giorni, prima che il calcestruzzo raggiunga il 50% della resistenza (calcolata) del progetto o tutti i 28 giorni calcolati.

4. Riscaldare i raggi infrarossi del calcestruzzo (riscaldamento penetrante).

La peculiarità del metodo è che il trasferimento di calore in calcestruzzo (riscaldamento) avviene contemporaneamente per tutto lo spessore della struttura e con la stessa intensità (Fig. 4.53).

Per il riscaldamento del calcestruzzo gettato in opera, vengono utilizzati elementi riscaldanti del tipo NVSZH (riscaldatore ad asciugatura ad aria calda) o NAF (riscaldatore ad asciugatura ad aria). La potenza di questi riscaldatori per 1 m di lunghezza varia da 0,6 a 1,2 kW, la temperatura delle superfici radianti va da 300 a 600 ° C. TENY funziona con una tensione di 127, 220 e 380 V.

Gli emettitori di carborundum hanno una capacità fino a 10 kW / h, e la loro temperatura operativa raggiunge 1.300-1500 ° C.

La distanza ottimale tra l'unità a infrarossi e la superficie riscaldata è di 1-1,2 m.

Il riscaldamento con emettitori a infrarossi può essere una superficie di calcestruzzo aperta e attraverso la cassaforma. Per un migliore assorbimento della radiazione infrarossa, la superficie della cassaforma è coperta con vernice opaca nera. La temperatura sulla superficie del calcestruzzo non deve superare 80-90 ° С. Per escludere l'evaporazione intensiva dell'umidità dal calcestruzzo, le superfici aperte sono coperte con pellicola di plastica, polistirene o feltro per tetti.

Le installazioni a infrarossi sono poste a una distanza tale l'una dall'altra per riscaldare tutte le aree della superficie del calcestruzzo. Il riscaldamento in calcestruzzo a raggi infrarossi è convenzionalmente suddiviso in tre periodi: l'esposizione del calcestruzzo e il suo riscaldamento; riscaldamento isotermico; raffreddamento

Il metodo è utilizzato per il trattamento termico del calcestruzzo in strutture a pareti sottili con un modulo di superficie di grandi dimensioni (ad esempio pareti, in calcestruzzo, casseri scorrevoli, lastre, travi). Questo metodo viene anche utilizzato per riscaldare il calcestruzzo congelato nei giunti di lavoro, quando si posa il cemento nelle tensioni, come pure per il rinforzo del riscaldamento, le parti incassate e la superficie "attiva" del rivestimento della cassaforma prima della posa del calcestruzzo.

Fonte: tecnologia dei processi di costruzione. Snarsky V.I.

Versamento del calcestruzzo nelle condizioni di temperatura sotto zero: opzioni e loro caratteristiche, raccomandazioni di specialisti

I lavori di costruzione, in particolare con scadenze brevi, vengono spesso effettuati in condizioni meteorologiche estremamente scomode. Riempire la fondazione, la sua riparazione urgente o la formazione di un pavimento di cemento - cioè, qualsiasi azione che comporti la preparazione e la posa della massa di calcestruzzo è limitata ad una gamma piuttosto ristretta di valori di temperatura dell'ambiente.

Più precisamente, le basse temperature hanno un'influenza considerevole sul corso dei processi di regolazione strutturale, indurimento e indurimento del calcestruzzo di piena resistenza.

Per comprendere la fattibilità del getto di calcestruzzo a temperature basse e sotto zero, prendere in considerazione le tecnologie sviluppate per prevenire potenziali problemi.

Le specifiche della soluzione concreta

Il complesso delle proprietà fisiche e chimiche del calcestruzzo determina la temperatura ottimale per lavorare con esso. L'intervallo va da +17.3 a +25.8 gradi. Condizioni adatte garantiscono un insieme di forza dichiarata del marchio della soluzione set e indurita in circa 27-29 giorni.

La velocità del processo di idratazione nel cemento rallenterà in modo significativo quando la temperatura scende a meno di +17 C e si ferma quasi completamente a +5.2 C. Un ulteriore calo a valori negativi farà congelare l'acqua contenuta nella soluzione per formare una maggiore quantità di sostanza ghiacciata. Le forze emergenti della pressione dell'arco (interno) portano a una perdita di densità e allentamento della struttura interna del calcestruzzo. La solidità rimanente viene mantenuta solo da umidità gelata.

Quando la temperatura aumenta, l'acqua inizierà a scongelarsi e la reazione di idratazione del cemento riprenderà con un graduale indurimento del calcestruzzo. Ma le conseguenze della precedente violazione dei legami strutturali durante il congelamento influenzeranno negativamente la forza del monolite creato.

Dopo una serie di studi sperimentali e calcoli speciali, sono stati identificati i punti critici, limitando i limiti in cui le varie marche di miscele di calcestruzzo potevano congelare senza conseguenze significative. Il livello critico di forza che deve essere acquisito dal calcestruzzo al fine di arrestare effetti evidenti sulle caratteristiche di resistenza della struttura eretta è stato fissato al 50% dell'indice di resistenza del grado.

Guarda un video sul cemento versato in inverno

Di conseguenza, il lavoro sul versamento di una soluzione concreta a basse temperature (negative) viene ridotto all'adozione di un insieme efficace di misure che impediscono il congelamento di acqua liquida prima dell'insieme della forza critica interna. Per questo, vengono utilizzati diversi metodi efficaci:

- miscela riscaldata riscaldata;

- fare una soluzione da componenti pre-riscaldati;

- concrezionamento a freddo con una composizione contenente additivi chimici addizionali che riducono il punto di congelamento;

Ogni metodo ha il suo uso razionale, che è determinato dall'esecuzione delle caratteristiche dichiarate di forza, disponibilità e disponibilità di risorse energetiche, nonché dal volume della struttura in costruzione. Tuttavia, le condizioni meteorologiche sono un fattore determinante nella scelta dell'opzione di riempimento ottimale.

Prendi nota! Tutti i metodi sopra menzionati possono essere applicati separatamente (da soli) o in un complesso!

Miscela di calcestruzzo preriscaldato

La creazione di buone condizioni per la normale maturazione della massa di calcestruzzo a temperature negative esterne aiuta la corrente elettrica fornita direttamente agli elettrodi. Speciali piastre o aste metalliche sono immerse nella soluzione o posizionate sulla superficie della cassaforma collegando a diversi contatti dei poli della sorgente di corrente elettrica. Il calcestruzzo contenente abbastanza acqua chiude il circuito. A causa della presenza di una propria resistenza, converte tutta l'elettricità in calore, durante il riscaldamento.

Questa tecnica riduce significativamente il periodo di invecchiamento del calcestruzzo, che può acquisire fino al 78,4% della forza critica già a 26 giorni di età.

La tecnologia descritta è applicata solo per strutture a basso rinforzo o completamente non rinforzate. Questo, insieme al costo dell'elettricità, è uno svantaggio significativo di questo metodo di riscaldamento della soluzione.

Nella costruzione privata, dove le fondazioni non differiscono in massa, sarà meglio posare i cavi scaldanti lungo la superficie interna dei pannelli della cassaforma o lungo la gabbia di rinforzo. Allo stesso tempo, è necessario isolare in modo affidabile l'intera struttura, senza lasciare la possibilità che il calore "lasci" attraverso le pareti.

Attenzione! La massa del calcestruzzo di preriscaldamento richiede un monitoraggio continuo 24 ore su 24. Le misurazioni dovrebbero essere fatte regolarmente, ogni poche ore. Non permettere il riscaldamento oltre i 30 gradi!

Il secondo, più moderno metodo di esposizione al calore esterno utilizzato nella costruzione invernale è l'uso di termostati speciali. In linea di principio, questo è un termoforo di grandi dimensioni costituito da un guscio impermeabile sigillato, un isolamento termico e un elemento riscaldante.

I tappetini riscaldanti contribuiscono alla distribuzione uniforme del campo di temperatura all'interno del calcestruzzo e ad una distanza circonferenziale di fino a 19,5 cm Questi termoresistenti possono essere utilizzati a temperature ambiente fino a -20 gradi.

Concretizzare la soluzione riscaldata (usando il proprio calore)

Questo metodo è efficace se le fluttuazioni giornaliere della temperatura scendono appena sotto lo zero, così come quando le gelate sono minime (fino a -4 С). La tecnica consiste nel posare la miscela di calcestruzzo riscaldato nella cassaforma isolata precedentemente preparata.

Caratteristica! In questo caso, è molto importante selezionare correttamente la marca di cemento in polvere. Maggiore è la marcatura numerica, minore è il tempo necessario per l'impostazione e la successiva solidificazione della miscela. Più energia termica sarà rilasciata durante l'idratazione!

È necessario fare un lotto di acqua riscaldata a 85 gradi (questo è il valore minimo) e riempitivi riscaldati in anticipo con un flusso di aria calda.

Qui, l'ordine di posa dei componenti misti differisce dalla tecnologia convenzionale:

- l'acqua viene versata nel miscelatore;

- viene aggiunta la pietra frantumata con sabbia di costruzione;

- Il cemento in polvere (temperatura ambiente) viene introdotto per ultimo, solo dopo tre (minimi) giri del serbatoio di installazione.

È importante! Il preriscaldamento del cemento e il suo riempimento in acqua molto calda sono inaccettabili!

Nella stagione invernale si consiglia di utilizzare una betoniera automatica con riscaldamento elettrico del tamburo di lavoro. All'uscita, la temperatura della soluzione preparata deve essere di 36-46 gradi.

Affinché il calcestruzzo possa acquisire forza critica, è necessario mantenere le condizioni termiche richieste per un tempo più lungo. Non consentire una rapida perdita di calore e un rapido raffreddamento della soluzione. È possibile mantenere il calore con tutti i materiali disponibili: stuoie di paglia, telone, pellicola di polietilene, ecc.

L'uso di casseforme in polistirene espanso estruso è considerato l'opzione più efficace. Ha un piccolo coefficiente di conducibilità termica, che consente di allungare l'intervallo di tempo del raffreddamento graduale, che contribuisce a una maturazione più completa del calcestruzzo. Inoltre, la cassaforma in polistirolo espanso è una struttura non rimovibile e continuerà a fornire ulteriore isolamento termico.

Concrezionamento a freddo con una soluzione contenente additivi speciali

Gli additivi antigelo sono ampiamente utilizzati per ottenere una massa concreta di forza critica quando si versa freddo. Aiutano la reazione di idratazione del cemento a procedere normalmente, normalizzano il processo di indurimento del calcestruzzo, prevenendo il congelamento prematuro dell'acqua nella miscela.

Gli additivi hanno le seguenti proprietà positive:

- aumentare la fluidità e la mobilità della soluzione concreta, facilitando le manipolazioni lavorative con essa;

- abbassare il punto di cristallizzazione per l'acqua contenuta nella composizione;

- proteggere gli inserti metallici (rinforzo) dalla corrosione;

- contribuire alla rapida raccolta della forza critica desiderata.

Significativamente! Gli additivi antigelo devono essere usati solo con un valore di temperatura negativo, in stretta proporzionalità, indicato nelle istruzioni di prescrizione allegate. Se vengono utilizzati nella quantità sbagliata, la probabilità di deterioramento delle proprietà di una malta cementizia è elevata!

Gli additivi antigelo più comunemente utilizzati per le miscele di calcestruzzo sono:

- nitrito di sodio - non può essere aggiunto ai cementi di allumina (HZ40-HZ60). L'additivo consente di lavorare con la soluzione a una temperatura ambiente di almeno -14,5 gradi;

- La potassa e altri composti con sali di monocarbonato accelerano il processo di indurimento del calcestruzzo. Non formano efflorescenze sulla superficie e non indulgono nella corrosione dei raccordi metallici. Consentono di lavorare con una soluzione a trenta gradi di brina, preservando perfettamente le sue qualità più importanti;

- Il formiato di sodio è usato esclusivamente in combinazione con additivi plastificanti. Per altre combinazioni, può creare vuoti difettosi nel calcestruzzo a causa della formazione di accumuli di sale;

- cloruro di sodio - viene utilizzato attivamente contemporaneamente al cemento Portland (resistente ai solfati, bianco, con moderato esotermico, colorato, ecc.) L'additivo plastifica la soluzione, evitando il suo ispessimento accelerato. In questo caso, la sostanza ha un importante inconveniente: agisce in modo distruttivo sul rinforzo di ferro.

La tecnica del calcestruzzo freddo ha alcune caratteristiche negative:

- il calcestruzzo ha un indicatore ridotto di permeabilità all'acqua e resistenza al gelo;

- la soluzione posta nella cassaforma ha un grado di contrazione maggiore;

- il metodo non può essere utilizzato in strutture edilizie precompresse.

Isolamento di cassaforma

Fornire condizioni favorevoli per una serie completa di costruzioni monolitiche a forza critica può essere costruendo case temporanee.

Questa è la tecnica più affidabile che contribuisce al mantenimento stabile della temperatura positiva nel calcestruzzo posato. Implica la creazione di una struttura temporanea sopra l'array allagato.

Teplyak è una struttura solida, rivestita in compensato di lamiera o ricoperta da uno spesso film plastico (il principio di una serra da giardino). Le dimensioni di queste case temporanee dovrebbero essere estremamente ridotte, ma sufficienti per il lavoro. Lo spazio interno è riscaldato con radiatori a infrarossi, bruciatori a gas portatili o riscaldatori.

Il punto importante qui è il costante controllo e regolazione delle condizioni di umidità ottimali. I flussi di aria riscaldata circolanti assorbono intensamente l'umidità dalla soluzione ed è necessaria per la normale reazione di idratazione del cemento. Per evitare un'evaporazione intensa dell'umidità, la superficie del calcestruzzo posato deve essere coperta con un film di polietilene e inumidita con acqua calda con una certa frequenza.

Raccomandazioni generali per il getto di calcestruzzo di alta qualità a temperature sotto lo zero

Tutto il lavoro relativo al getto di calcestruzzo è più razionale da eseguire in condizioni favorevoli.

Bisogno di ricordare! Il complesso di lavoro su colata dovrebbe essere avviato a un valore di temperatura superiore a + 9,5 gradi senza una diminuzione prevista nei prossimi 27 giorni!

Certamente, le tecnologie attuali consentono di cementare a temperature più basse, ma questo è irto di gravi costi finanziari. Dovrebbe essere fatto ricorso a quando non è possibile spostare i termini di lavoro pianificati.

In ogni caso, è necessario tenere conto delle raccomandazioni effettive degli esperti che aiutano a ottenere una qualità eccellente durante il casting:

- la casseforma deve essere preventivamente sgombrata dal gelo o dal gelo e isolata in modo affidabile;

- il getto di calcestruzzo deve essere eseguito con una fornitura continua di malta in una "seduta di lavoro";

- i riempitivi come la pietra frantumata e la sabbia, utilizzati per preparare la miscela, devono essere riscaldati per eliminare completamente la possibilità di ingresso di neve o ghiaccio nel lotto;

- la temperatura massima della massa gettata non deve superare 39,5-42 gradi;

- l'armatura e il fondo della fossa devono essere preriscaldati prima di raggiungere almeno la temperatura minima positiva;

- I segmenti pronti di una struttura in cemento sono chiusi con un rivestimento termoisolante per evitare la "fuoriuscita" del calore interno.

L'intero intervallo di tempo della formazione della forza critica del calcestruzzo deve essere conforme alla temperatura ottimale. Tuttavia, non bisogna dimenticare di controllare la distribuzione uniforme del calore all'interno della struttura. L'utilizzo di cavi conduttivi riscaldanti può portare rapidamente all'essiccazione dei singoli segmenti di una struttura in calcestruzzo.

conclusione

A temperature sotto lo zero, il cemento viene versato, di norma, per grandi costruzioni di capitali. Tutto ciò richiede attrezzature speciali, notevoli risorse finanziarie e la disponibilità di materiali da costruzione aggiuntivi. La razionalità dell'esecuzione di tale lavoro in privato è determinata dalla disponibilità di risorse adeguate e dalla piena consapevolezza della rischiosità dell'evento iniziato.

Come costruire una fondazione in inverno - raccomandazioni degli esperti di FORUMHOUSE

Tutto sulle caratteristiche della costruzione della fondazione a basse temperature.

Tra gli sviluppatori di start-up, c'è la percezione che la costruzione di una fondazione in inverno sia impossibile o, nel migliore dei casi, difficile da raggiungere. Il risultato: costruire a una temperatura inferiore a 0 ° C è "congelato" ei team di costruzione "vanno a dormire" in attesa della nuova stagione. Questo approccio è giustificato?

Per comprendere questa domanda, useremo le raccomandazioni di esperti esperti di FORUMHOUSE che sono esperti nelle moderne tecnologie di costruzione. Quindi, le domande principali a cui risponderemo:

  • Quali sono le "condizioni di concrezione invernale".
  • Cosa devi sapere prima di iniziare la costruzione della fondazione in inverno.
  • Quali sono gli additivi antigelo e i superfluidificanti.
  • Quali metodi forniscono alta qualità riempiono le fondamenta in inverno.

Perché possiamo costruire una fondazione in inverno

A causa di cambiamenti climatici, disgelo e scatti freddi, le condizioni di costruzione "invernali", a seconda della zona climatica, possono verificarsi a settembre, a novembre e persino a dicembre. In questo caso, la neve potrebbe non esserlo. Inoltre, ci sono regioni settentrionali dove non ci sono quasi giornate calde e la temperatura media annuale non supera i + 5 o C. Nella normale ingegneria civile, il lavoro non si ferma anche in inverno, e spesso si svolge tutto il giorno.

Le moderne tecnologie per la costruzione della fondazione ci permettono di estendere la stagione di costruzione e di fondere una fonderia di alta qualità sotto la casa ad una temperatura fino a -15 ° C, e utilizzando tecniche speciali fino a -25 o C. Ciò accelera i tempi di costruzione, perché in primavera è possibile procedere immediatamente alla costruzione di muri (se il cottage è in legno o in legno, allora è possibile costruirlo con successo in inverno), che ti permetterà di entrare in casa prima.

I principali vantaggi della costruzione invernale della fondazione includono:

  • Declino stagionale dei prezzi dei materiali da costruzione e del lavoro.
  • Basso carico di lavoro dei membri della squadra di costruzione.
  • La possibilità di arrivo di pesanti macchine movimento terra sul sito, perché la capacità di carico del terreno, che di solito è umido in primavera, è aumentata.
  • Riduzione al minimo del rischio di collasso delle pareti di fosse scavate, nonché del loro allagamento da parte delle falde acquifere.

È opinione diffusa che la fondazione sia la migliore costruita in estate. Va ricordato che il tempo durante questo periodo di tempo impone anche alcune restrizioni. Ad esempio, possono iniziare delle piogge prolungate, che portano a un offuscamento o al completo collasso delle pareti di fosse e trincee. Di conseguenza, è necessario scavare di nuovo, e questa è una perdita di tempo e denaro. Nelle aree con alto GWP, è necessario prendere tutta una serie di misure relative al pompaggio e al drenaggio dell'acqua dal pozzo.

Queste misure comprendono lo scavo di pozzi, le fosse di drenaggio, l'installazione di pompe di drenaggio. Inoltre, le alte temperature - oltre i +35 o C e la bassa umidità sono altrettanto dannose per il cemento quanto la forza necessaria, come le basse temperature.

Pertanto, sedersi e aspettare che le condizioni meteorologiche "ideali" per il calcestruzzo siano improduttive. Dopotutto, potrebbero non venire.

Caratteristiche della costruzione invernale della fondazione

Tra le caratteristiche della costruzione invernale della fondazione, che è necessario conoscere in anticipo, è possibile identificare:

  • Un breve giorno di luce che "si allunga" quando si utilizzano apparecchiature di illuminazione aggiuntive.
  • La necessità di organizzare cabine isolate, dove i lavoratori possano riscaldarsi e prendere cibo caldo.
  • L'inammissibilità del congelamento della base della fossa scavata o della fossa. Se il calcestruzzo viene versato in terreno gelato, quindi in primavera, quando viene scongelato, la fondazione può dare una brutta copia irregolare.
  • La necessità di utilizzare additivi speciali, oltre ad aumentare la forza del marchio del calcestruzzo. Ad esempio, invece del calcestruzzo М250 М300 viene versato. Ciò garantirà di raggiungere la forza richiesta in conformità con il progetto.

Va tenuto presente che il processo di fondazione del calcestruzzo è preceduto direttamente da una serie di lavori preparatori, che richiedono molto tempo e per i quali le basse temperature non impongono restrizioni significative.

Questi lavori includono:

  • consegna di materiali da costruzione al sito.
  • tracciare il tracciamento e scavare una fossa sotto la fondazione o fossa della striscia per la costruzione del piano interrato o della cantina.
  • dispositivo di drenaggio di fondazione.
  • costruzione di casseforme.
  • lavoro di rinforzo.

Principi di base della costruzione di una fondazione in inverno

Costruire una fondazione di qualsiasi tipo in inverno, proprio come in estate, richiede la soluzione di un intero complesso di compiti. Le temperature negative impongono determinate restrizioni sul calcestruzzo. Per capire come "aggirare" queste restrizioni, è necessario capire quanto cemento indurito nella cassaforma si indurisca.

Si ritiene che in condizioni normali (circa +20 ° C e 95-100% di umidità) il cemento normale sul cemento Portland, versato nella cassaforma senza additivi, guadagni il suo marchio con il 100% di resistenza in 28 giorni. E la forza di stripping (70%) del marchio - per 7-10 giorni.

Durante l'inverno, è consuetudine individuare la forza critica del calcestruzzo (a seconda del tipo di costruzione e della marca del calcestruzzo, in media è pari al 30... 50% della resistenza del 100%). Al raggiungimento di questo valore, la fondazione può "andare in inverno" senza ulteriori significativi cambiamenti nella sua struttura. E in primavera, dopo lo scongelamento, il calcestruzzo continuerà il processo di indurimento e guadagnerà la forza necessaria. Idealmente, prima della "spedizione" della fondazione "per l'inverno", la forza del calcestruzzo dovrebbe essere aumentata al 70% della marca al 100%. In questo caso, durante il successivo congelamento / scongelamento della fondazione, non si verificheranno cambiamenti distruttivi nel calcestruzzo.

L'efficacia del calcestruzzo invernale si basa sul modo in cui una temperatura positiva viene mantenuta in calcestruzzo (per un certo periodo di tempo), che è sufficiente a dare loro la forza necessaria.

È particolarmente importante non "congelare" le fondamenta nei primi 3-5 giorni dopo aver versato il cemento nella cassaforma. È durante questo periodo di tempo che avviene la cura principale.

La velocità di indurimento del calcestruzzo è influenzata da diversi fattori (rapporto acqua / cemento W / C, composizione della miscela, umidità, ecc.). Ma il fattore più importante è la temperatura ambiente. Per riferimento, la tabella mostra le cifre medie della dipendenza della forza del calcestruzzo sulla temperatura.

Da qui, per il successo della costruzione invernale della fondazione, è necessario:

  1. Mantenere una temperatura positiva in una miscela di calcestruzzo già piena. A tal fine, viene eretta una casa calda e la temperatura al suo interno viene sollevata con delle pistole termiche. Riscaldano il calcestruzzo con l'elettricità - applicando la tensione agli elettrodi nel calcestruzzo o nel rinforzo, o direttamente alla cassaforma, se è di metallo.
  1. Utilizzare additivi antigelo PMD (sali di acidi inorganici, cloruro di sodio e cloruro di potassio, ecc.). Gli additivi antigelo forniscono il processo di idratazione del cemento e indurimento del calcestruzzo (poiché l'acqua non si congela) a basse temperature fino a -15 ° С e inferiori.
  2. Applicare cemento Portland ad indurimento rapido con l'aggiunta di superfluidificanti - additivi che riducono il rapporto acqua-cemento della miscela W / C. Ciò ridurrà la quantità di acqua necessaria per miscelare il calcestruzzo e la miscela stessa sarà più "dura".

Quando si usano additivi antigelo, è necessario leggere attentamente le istruzioni per il loro uso. Alcuni additivi non possono essere utilizzati per fondere le basi (e altre strutture in cemento armato), perché causano una corrosione accelerata dei raccordi metallici.

Il calcestruzzo con PMD è chiamato "freddo". L'uso di additivi consente di miscelare l'acqua nella miscela di calcestruzzo per non congelare anche a basse temperature. In questo processo di idratazione è lento. Il calcestruzzo sta gradualmente guadagnando la forza necessaria (e le fondamenta devono essere adeguatamente riscaldate), che possono raggiungere dal 30% al 50% della forza del marchio durante il mese. Solo allora la fondazione può essere congelata.

Oltre a riscaldare il calcestruzzo, costruire una casa calda e combinare questi metodi con l'aggiunta di PMD, viene utilizzato il metodo "thermos". Per fare ciò, l'acqua utilizzata per miscelare la miscela di calcestruzzo viene riscaldata a + 60... + 80 ° С. La miscela di calcestruzzo viene versata in una cassaforma ben isolata, che viene poi ulteriormente rivestita con pellicola e ben isolata da tutti i lati. Come risultato di una reazione chimica che si verifica durante l'indurimento del calcestruzzo, il calore viene rilasciato. Esso, "funzionante" in una coppia con il calore della miscela già riscaldata "riscaldata", consente al calcestruzzo di ottenere la forza di livello necessaria nel momento in cui si raffredda fino a 0 ° C.

Passiamo all'esperienza pratica dei membri del forum che gettano con successo le fondamenta in inverno.

Versammo la fondazione monolitica delle strisce a novembre. La temperatura di notte ha raggiunto -15 ° C. Pertanto, abbiamo aspettato una "finestra" con una temperatura positiva per apparire. Non appena la previsione ha promesso il riscaldamento, hanno gettato le fondamenta. Quando fu gettata la fondazione, era + 10 ° С. Di notte, la temperatura è scesa a 0 ° C. Il calcestruzzo era M350 con PMD fino a -20 ° C. La base dopo il casting di film chiuso. Top teplyak costruito e metti una pistola a gas. Riscaldato 14 giorni. La temperatura media nella serra era superiore di 8-10 ° C rispetto a quella esterna. Ad esempio, se era -2 ° С fuori, allora in casa era + 6... + 8 ° С.

In sole due settimane sono state necessarie quattro bombole di gas da 30 litri per riscaldare il seminterrato di un forum. Quando si costruisce la forza di fondazione del 50% del marchio, il materiale da costruzione è stato rimosso e la cassaforma è stata smantellata, e la fondazione stessa è stata ulteriormente riscaldata e lasciata in "inverno" fino alla primavera.

Questo è un chiaro esempio del corretto insieme di soluzioni per il calcestruzzo nelle condizioni invernali, vale a dire:

1. Hanno aspettato l'aumento della temperatura per i lavori di cementazione.

2. Additivi antigelo usati con un margine per abbassare la temperatura.

3. Completato il dispositivo della camera di calore riscaldata, che ha permesso di raggiungere temperature e precipitazioni costantemente ammissibili.

4. La durata del riscaldamento in tali condizioni era persino più che sufficiente.

Come si può vedere dall'esempio di un forumchanin, non c'è nulla di complicato e soprannaturale con il calcestruzzo invernale, e con temperature negative si possono costruire fondamenta di un tipo diverso.

Caratteristiche di cementare a basse temperature

Nella produzione di calcestruzzo e cemento armato in condizioni invernali con la temperatura esterna media giornaliera prevista inferiore a 5 ° C e la temperatura minima giornaliera inferiore a 0 ° C, nonché nella cementificazione di strutture situate nei terreni permafrost, vengono utilizzati metodi di calcestruzzo per produrre il calcestruzzo della qualità richiesta.

Se non si usano metodi speciali di cementificazione, quando si congela il calcestruzzo, l'acqua libera contenuta in esso si trasforma in un nonno e l'indurimento delle fermate di cemento. Se l'indurimento non è iniziato prima del congelamento, non inizierà nemmeno dopo di esso, ma se è iniziato, si fermerà praticamente fino a quando l'acqua libera nel calcestruzzo non si sarà congelata. L'acqua congelata nel calcestruzzo aumenta di volume di circa il 9%. La conseguente pressione interna del ghiaccio rompe i legami deboli nel calcestruzzo non cementato.

L'acqua che si accumula sulla superficie dei grani aggregati grossolani, durante il congelamento, forma un sottile strato di ghiaccio che rompe l'adesione tra l'aggregato e la malta e riduce la resistenza del calcestruzzo. Si forma un film di ghiaccio sul rinforzo che rompe l'adesione del rinforzo al calcestruzzo.

Quando il calcestruzzo viene scongelato, il ghiaccio si scioglie e il cemento si indurisce, ma la forza finale del calcestruzzo, la sua densità e l'adesione al rinforzo sono ridotti. Queste perdite sono maggiori di quelle di cemento congelato in età precoce.

Il congelamento del calcestruzzo durante la cementazione è il più pericoloso. Anche il congelamento e lo scongelamento multipli del calcestruzzo all'inizio dell'indurimento sono dannosi, il che si verifica quando i disgeli vengono sostituiti da gelate. La resistenza del calcestruzzo al momento del congelamento o del raffreddamento al di sotto delle temperature di progetto, la cosiddetta resistenza critica, alla quale la resistenza finale non diminuisce o diminuisce leggermente, dovrebbe essere indicata nella progettazione del lavoro o nel percorso.

Per il calcestruzzo senza additivi antigelo di strutture monolitiche e una parte monolitica di strutture monolitiche prefabbricate, la resistenza del tempo di congelamento dovrebbe essere almeno del 50% del design con un grado di calcestruzzo del 150, 40% - per calcestruzzo di grado 200-300, 30% - per calcestruzzo di grado 400-500, Il 70% -indipendente dalla marca di calcestruzzo per le strutture sottoposte a congelamento e scongelamento al termine della polimerizzazione, l'80% -per calcestruzzo in strutture precompresse, al 100% -per strutture in calcestruzzo che sono sottoposte immediatamente all'effetto della pressione calcolata acqua e strutture che hanno requisiti speciali per resistenza al gelo e resistenza all'acqua.

Per il calcestruzzo con additivi antigelo, la resistenza per il tempo in cui viene raffreddata a una temperatura per la quale viene calcolata la quantità di additivi deve essere almeno del 30% progettata per marchi fino al 200, 25% per calcestruzzo 300 e 20% per calcestruzzo 400.

Le condizioni e il termine con cui i blocchi di calcestruzzo di strutture idrauliche massicce sono autorizzati a congelare sono indicati nel progetto.

Il calcestruzzo che ha raggiunto una resistenza critica al momento del congelamento acquisisce forza di progetto solo dopo lo scongelamento e la polimerizzazione a una temperatura positiva di almeno 28 giorni. Nei casi in cui le strutture concretizzate in inverno (compreso il calcestruzzo di elementi prefabbricati con armature ordinarie e precompresse incluse in strutture monolitiche prefabbricate) devono essere completamente caricate a temperatura esterna negativa, è necessario resistere al calcestruzzo a una temperatura positiva fino a fino a quando non si raggiunge la forza del design.

Il valore della resistenza del calcestruzzo nella struttura al momento del suo congelamento è determinato dalla resistenza minima del campione dalla serie di controllo.

Per ottenere la forza necessaria del calcestruzzo, vengono prese misure speciali: la preparazione dei componenti in calcestruzzo e la preparazione del calcestruzzo. Particolare attenzione è rivolta alla protezione delle strutture in calcestruzzo dagli effetti diretti della temperatura negativa e del vento.

È necessario che la miscela di calcestruzzo posata nella cassaforma, ne avesse una certa, data dalla temperatura di calcolo.

Vari metodi sono utilizzati per proteggere le strutture in calcestruzzo dagli effetti della temperatura negativa, per creare un ambiente artificiale di calore e umidità per il calcestruzzo preparato su materiali riscaldati e per mantenerlo in tali condizioni fino a ottenere la forza (critica) richiesta.

Il calcestruzzo posato in strutture massicce in inverno viene spesso mantenuto in un metodo a base di thermos basato sull'utilizzo di casseforme isolanti, il calore dei componenti riscaldati della miscela di calcestruzzo e il calore rilasciato durante l'impostazione e l'indurimento del cemento. Il calcestruzzo ben coperto si raffredda così lentamente che al momento del congelamento ha il tempo di guadagnare forza critica.

Per ampliare il campo di applicazione del metodo thermos, preriscaldare elettricamente la miscela di calcestruzzo prima della posa nella cassaforma, utilizzare acceleranti chimici, cementi con generazione di calore aumentata e cementi ad indurimento rapido, e combinare il metodo del thermos con vari metodi di riscaldamento del calcestruzzo, ad esempio con riscaldamento o riscaldamento elettrico periferico delle strutture.

Quando si utilizza il riscaldamento pre-elettrico della miscela di calcestruzzo, la temperatura di riscaldamento del calcestruzzo su cemento Portland con un contenuto di alluminato tricalcico fino al 6% non deve superare 80 ° C; su cemento Portland con il contenuto di alluminato tricalcico superiore al 6% - è fissato dal laboratorio di costruzione dopo la verifica sperimentale; per calcestruzzo su cemento di scorie-portland - non deve superare i 90 ° G.

Il calcestruzzo viene riscaldato in bunker e vasche appositamente attrezzate, fornendo il riscaldamento uniforme, e anche nei corpi di auto attrezzate per questo scopo.

Spesso quando si cementano fondazioni situate in fosse separate, il metodo thermos viene combinato con l'uso del trasferimento di calore dal terreno scongelato. In questo caso, le fosse sono ben isolate dall'alto, in modo da impostare una piccola temperatura positiva.

Il calcestruzzo nelle strutture sottili si raffredda rapidamente, quindi devono essere riscaldati da corrente elettrica, vapore o aria calda. A volte, per risparmiare energia elettrica, combinano il metodo di un thermos riscaldato.

I calcestruzzi leggeri su aggregati porosi in condizioni invernali vengono mantenuti secondo il metodo di un thermos con riscaldamento elettrico preliminare della miscela di calcestruzzo.

Oltre ai metodi dichiarati di concrezione invernale, basati sull'indurimento del calcestruzzo a temperatura positiva, esiste un metodo di indurimento del calcestruzzo a temperatura negativa. Mentre il calcestruzzo viene preparato con l'introduzione di additivi antigelo. Gli additivi antigelo abbassano il punto di congelamento dell'acqua in misura tale da garantire un indurimento del calcestruzzo a temperature negative fino a -25 ° C. Quando si sceglie un metodo di polimerizzazione del calcestruzzo, considerare innanzitutto la possibilità di applicare il metodo di un thermos, un metodo di un thermos con additivi - acceleranti di indurimento.

Se, utilizzando questo metodo, non è possibile ottenere la forza necessaria del calcestruzzo in un dato momento, viene successivamente considerata la possibilità di utilizzare calcestruzzo con additivi antigelo, metodi di trattamento elettrotermico, riscaldamento a vapore e aria calda. Se è impossibile mantenere il calcestruzzo nelle strutture utilizzando le misure di cui sopra, il lavoro concreto viene eseguito con l'uso di case calde.

Un metodo particolare di produzione di calcestruzzo e cemento armato in condizioni invernali si basa su calcoli tecnici ed economici comparativi.

Calcestruzzo di colata a temperature negative: i segreti della tecnologia di calcestruzzo invernale

La fondazione è una costruzione fondamentale, sulla cui qualità dipendono le caratteristiche geometriche, tecniche e operative della struttura eretta. A causa della natura specifica del processo di solidificazione, il getto di calcestruzzo e le fondamenta in cemento armato non sono auspicabili in inverno per evitare la loro deformazione e distruzione prematura. Le letture minime del termometro limitano significativamente la costruzione alle nostre latitudini. Tuttavia, se necessario, il getto di calcestruzzo a temperature negative può comunque essere eseguito correttamente se viene scelto il metodo corretto e la tecnologia viene osservata con precisione.

Caratteristiche del riempimento "nazionale" invernale

I capricci della natura spesso apportano modifiche ai piani di sviluppo nel territorio nazionale. O la pioggia battente interferisce con lo scavo del pozzo, o il vento squallido interrompe la costruzione del tetto, o ostacola l'inizio della stagione estiva.

Le prime gelate generalmente cambiano radicalmente il corso del lavoro, soprattutto se si prevede di riempire una base monolitica in cemento.

La costruzione di fondazione in calcestruzzo è ottenuta come risultato dell'indurimento della miscela versata nella cassaforma. Tre componenti praticamente uguali compaiono nella sua composizione: aggregati e cemento con acqua. Ognuno di loro contribuisce in modo significativo alla formazione di una solida struttura in cemento armato.

In termini di volume e massa, l'aggregato predomina nel corpo della pietra artificiale che viene creata: sabbia, ghiaia, ghiaia, pietrisco, mattoni rotti, ecc. Secondo i criteri funzionali, il legante si trova nel piombo-cemento, la cui proporzione nella composizione è inferiore alla proporzione di aggregato 4-7 volte. Tuttavia, è lui che lega insieme i componenti della massa, ma agisce solo in congiunzione con l'acqua. In effetti, l'acqua è un componente altrettanto importante di una miscela di calcestruzzo come polvere di cemento.

L'acqua nella miscela di cemento avvolge sottili particelle di cemento, impegnandolo nel processo di idratazione, seguito da uno stadio di cristallizzazione. La massa concreta non si congela, come si suol dire. Si indurisce con la graduale perdita di molecole d'acqua, originando dalla periferia al centro. Tuttavia, non solo i componenti della soluzione sono coinvolti nella "transizione" della massa di cemento alla pietra artificiale.

Il corretto corso dei processi è fortemente influenzato dall'ambiente:

  • A valori di temperatura media giornaliera da +15 a + 25ºС, l'indurimento della massa del calcestruzzo e la polimerizzazione avvengono ad un ritmo normale. In questa modalità, il calcestruzzo si trasforma in pietra dopo 28 giorni specificati nei regolamenti.
  • Con la lettura giornaliera media del termometro + 5 °, l'indurimento rallenta. La forza richiesta del calcestruzzo raggiungerà in circa 56 giorni se non si prevedono oscillazioni di temperatura evidenti.
  • Quando raggiunge 0 ° C, il processo di polimerizzazione è sospeso.
  • A temperature negative, la miscela versata nella cassaforma viene congelata. Se il monolite è già riuscito a guadagnare forza critica, dopo lo scongelamento in primavera, entrerà di nuovo nel cemento nella fase di indurimento e continuerà a pieno vigore.

La forza critica è strettamente correlata alla marca di cemento. Più è alto, meno giorni è necessario per impostare il calcestruzzo.

In caso di stagionatura insufficiente prima del congelamento, la qualità del monolite in calcestruzzo sarà molto dubbia. Il congelamento dell'acqua nella massa del calcestruzzo inizierà a cristallizzarsi e aumentare di volume.

Il risultato sarà una pressione interna che spezza i legami all'interno del corpo di cemento. Aumenterà la porosità, grazie alla quale il monolite lascerà entrare più umidità e sarà più debole a resistere al gelo. Di conseguenza, i tempi operativi saranno abbreviati o sarà necessario ripetere il lavoro da zero.

Subzero temperatura e dispositivo di fondazione

Per discutere dei fenomeni meteorologici non ha senso, è necessario adattarsi correttamente a loro. Pertanto, è nata l'idea di sviluppare metodi per l'installazione di fondazioni in cemento armato nelle nostre difficili condizioni climatiche, che sono possibili per l'implementazione nel periodo freddo.

Va notato che il loro uso aumenterà il budget di costruzione, quindi nella maggior parte delle situazioni si consiglia di ricorrere a basi più razionali. Ad esempio, per utilizzare il metodo annoiato o per costruire da blocchi di calcestruzzo espanso di produzione in fabbrica.

A disposizione di coloro che non sono soddisfatti dei metodi alternativi, ci sono diversi metodi collaudati per la pratica di successo. Il loro scopo è di rendere concreto uno stato di forza critica prima del congelamento.

Per il tipo di impatto, possono essere suddivisi in tre gruppi:

  • Fornire assistenza esterna per la massa di cemento versata nella cassaforma fino allo stadio di forza critica.
  • Aumentare la temperatura all'interno della massa di cemento fino ad ottenere una polimerizzazione sufficiente. Eseguito da riscaldamento elettrico.
  • Introduzione alla soluzione concreta dei modificatori che riducono il punto di congelamento dell'acqua o attivano i processi.

La scelta del metodo di produzione invernale è influenzata da un numero impressionante di fattori, come le fonti di energia disponibili sul sito, le previsioni dei meteorologi per il periodo di indurimento, la capacità di portare una soluzione riscaldata. In base a specifiche locali, viene scelta l'opzione migliore. Il terzo più economico delle posizioni elencate è considerato, vale a dire versare il calcestruzzo a temperature inferiori allo zero senza riscaldarsi, predeterminando l'introduzione di modificatori nella composizione.

Come versare fondamenta concrete in inverno

Per sapere quale metodo è meglio usare per mantenere gli indicatori critici di forza, è necessario conoscere le loro caratteristiche, per conoscere gli aspetti negativi e i vantaggi.

Si noti che un certo numero di metodi sono usati in combinazione con qualsiasi analogo, il più delle volte con un riscaldamento meccanico o elettrico preliminare dei componenti del calcestruzzo.

Condizioni esterne "per la maturazione"

Le condizioni ambientali favorevoli vengono create al di fuori dell'oggetto. Consistono nel mantenere la temperatura dell'ambiente circostante il calcestruzzo a livello normativo.

La cura del calcestruzzo versato in "meno" viene effettuata nei seguenti modi:

  • Metodo Thermos. L'opzione più comune e non troppo costosa, che è quella di proteggere il futuro della fondazione da influenze esterne e perdite di calore. La cassaforma viene riempita estremamente rapidamente con una miscela di calcestruzzo, riscaldata sopra gli indicatori standard, coperta rapidamente con materiali isolanti e isolanti. L'isolamento impedisce il raffreddamento della massa del calcestruzzo. Inoltre, durante il processo di indurimento, il calcestruzzo stesso rilascia circa 80 kcal di energia termica.
  • Mantenere l'oggetto allagato nelle case calde - rifugi artificiali che proteggono dall'ambiente esterno e consentono un ulteriore riscaldamento dell'aria. Intorno alla cassaforma sono stati montati telai tubolari, ricoperti da un telo o rivestiti di compensato. Se aumentare la temperatura all'interno dei bracieri o delle pistole di calore installati per la fornitura di aria riscaldata, il metodo passa alla categoria successiva.
  • Riscaldamento ad aria Assume la costruzione di uno spazio chiuso attorno all'oggetto. Come minimo, la cassaforma è chiusa con tende fatte di tela cerata o materiale simile. È auspicabile che le tende siano isolate per aumentare l'effetto e ridurre i costi. Nel caso di utilizzo di tende, il vapore o il flusso d'aria dalla pistola termica viene fornito nello spazio tra loro e la cassaforma.

È impossibile non notare che l'implementazione di questi metodi aumenterà il budget di costruzione. La forza più razionale del "thermos" per comprare un materiale di copertura. La costruzione della serra è ancora più costosa, e se ha anche un sistema di riscaldamento in affitto, allora vale la pena di pensare al costo. Il loro uso è consigliabile se non esiste un'alternativa al tipo di fondazione su pali ed è necessario riempire una lastra monolitica per congelamento e scongelamento primaverile.

Va ricordato che lo sbrinamento ripetuto è distruttivo per il calcestruzzo, pertanto il riscaldamento esterno deve essere portato al parametro di impostazione richiesto.

Metodi di riscaldamento della massa di calcestruzzo

Il secondo gruppo di metodi è utilizzato principalmente nella costruzione industriale, dal ha bisogno di una fonte di energia, calcoli precisi e il destino di un elettricista professionista. È vero, gli artigiani alla ricerca della risposta alla domanda se sia possibile versare il cemento ordinario nella cassaforma a temperature sotto lo zero, hanno trovato una soluzione molto ingegnosa con la fornitura di energia di una saldatrice. Ma per questo abbiamo bisogno almeno di competenze e conoscenze iniziali in discipline di costruzione complesse.

I metodi di documentazione tecnica del riscaldamento elettrico del calcestruzzo sono suddivisi in:

  • Looping. In base a questo, il calcestruzzo viene riscaldato da correnti elettriche, che vengono fornite da elettrodi posati all'interno della cassaforma, che possono essere nastrate o incordate. Concreto in questo caso svolge il ruolo di resistenza. La distanza tra gli elettrodi e il carico applicato deve essere calcolata con precisione e la convenienza del loro uso è provata incondizionatamente.
  • Periferico. Il principio è di riscaldare le zone superficiali delle fondamenta future. L'energia termica viene fornita dai dispositivi di riscaldamento tramite elettrodi a nastro fissati alla cassaforma. Può essere a strisce o in lamiera d'acciaio. All'interno della matrice il calore si diffonde a causa della conducibilità termica della miscela. In effetti, lo spessore del calcestruzzo viene riscaldato fino a una profondità di 20 cm. Ancora meno, ma allo stesso tempo si formano tensioni che migliorano significativamente i criteri di resistenza.

I metodi di riscaldamento elettrico end-to-end e periferico sono utilizzati in strutture non rinforzate e scarsamente rinforzate, dal momento che i montaggi influenzano l'effetto di riscaldamento. Con una installazione spessa di barre d'armatura, le correnti saranno cortocircuitate agli elettrodi e il campo generato sarà irregolare.

Gli elettrodi alla fine del riscaldamento rimangono per sempre nel design. Nella lista delle tecniche periferiche, il più famoso è l'uso di casseri riscaldanti e tappetini a infrarossi, impilati sopra la base costruita.

Il modo più razionale per riscaldare il calcestruzzo è la tenuta con l'aiuto di un cavo elettrico. Il filo di riscaldamento può essere posato in strutture di qualsiasi complessità e volume, indipendentemente dalla frequenza di rinforzo.

Il meno delle tecnologie di riscaldamento consiste nella possibilità di sovradosare il calcestruzzo, quindi per eseguire calcoli e controllare regolarmente lo stato di temperatura della struttura sono necessari.

Introduzione di additivi alla soluzione concreta

L'introduzione di additivi è il modo più semplice ed economico per cementare a temperature sotto lo zero. Secondo lui, il versamento di calcestruzzo in inverno può essere fatto senza l'uso del riscaldamento. Tuttavia, il metodo può ben integrare il trattamento termico del tipo interno o esterno. Anche se utilizzato in combinazione con il riscaldamento di una base di indurimento con vapore, aria, elettricità, vi è una riduzione dei costi.

Idealmente, l'arricchimento della soluzione con additivi è meglio combinato con la costruzione del "thermos" più semplice con un ispessimento del guscio termoisolante in aree con meno spessore, agli angoli e ad altre parti sporgenti.

Gli additivi utilizzati nelle soluzioni concrete "invernali" sono divisi in due classi:

  • Sostanze e composti chimici che riducono il punto di congelamento di un liquido in una soluzione. Fornire una polimerizzazione normale a temperature sotto lo zero. Questi includono: cloruro di potassio, cloruro di calcio, sodio cloruro, nitrito di sodio, loro combinazioni e sostanze simili. Il tipo di additivo è determinato sulla base dei requisiti per la temperatura di indurimento della soluzione.
  • Sostanze e composti chimici che accelerano il processo di indurimento. Questi includono potassa, modificatori con una base di una miscela di cloruro di calcio con urea o nitrito di calcio, nitrito di calcio, nitrito di sodio, nitrito di calcio da solo e altri.

I composti chimici sono introdotti in un volume dal 2 al 10% in peso di polvere di cemento. La quantità di additivi selezionati, concentrandosi sulla temperatura prevista di indurimento della pietra artificiale.

In linea di principio, l'uso di additivi antigelo consente di cementare a -25ºС. Ma tali esperimenti non sono raccomandati per i costruttori di strutture del settore privato. In realtà, sono fatti ricorso nel tardo autunno con le prime gelate o all'inizio della primavera, se la pietra concreta deve indurirsi entro una certa data e non ci sono alternative.

Additivi antigelo comuni per il calcestruzzo colato:

  • Potassio o altro carbonato di potassio (K2CO3). Il modificatore "invernale" più popolare e facile da usare. Il suo uso è prioritario a causa dell'assenza di corrosione da rinforzo. Per il potassio non è caratteristica l'apparenza di striature saline sulla superficie del calcestruzzo. È il potassio che garantisce l'indurimento del calcestruzzo quando il termometro si legge a -25 ° C. Lo svantaggio della sua introduzione è quello di accelerare la velocità di impostazione, a causa di ciò per far fronte al versamento della miscela avrà bisogno di un massimo di 50 minuti. Per preservare la plasticità, per praticità di versamento nella soluzione con cloruro di potassio, aggiungere il bardo di mylonaph o di solfito nella quantità del 3% in peso di polvere di cemento.
  • Nitrito di sodio, altrimenti un sale di acido nitroso (NaNO2). Fornisce calcestruzzo con una stagionatura stabile a una temperatura di -18,5 ° C Il composto ha proprietà anticorrosive, aumenta l'intensità dell'indurimento. Meno l'aspetto delle efflorescenze sulla superficie della struttura in cemento.
  • Cloruro di calcio (CaCl2), consentendo di concreting a temperature fino a -20 ° C e accelerando l'impostazione del calcestruzzo. Se necessario, l'introduzione di sostanze concrete in una quantità di oltre il 3%, è necessario aumentare la marca di cemento in polvere. La mancanza di applicazione è la comparsa di efflorescenze sulla superficie della struttura in calcestruzzo.

Preparazione di miscele con additivi antigelo prodotti in un ordine speciale. In primo luogo, l'aggregato è mescolato con la parte principale dell'acqua. Quindi, dopo aver mescolato delicatamente, aggiungere cemento e acqua con composti chimici diluiti in esso. Il tempo di miscelazione è aumentato di 1,5 volte rispetto al periodo standard.

Il potassio nella quantità del 3-4% in peso della composizione secca viene aggiunto a soluzioni concrete, se il rapporto tra il legante e l'aggregato è 1: 3, il nitrito di nitrato nella quantità del 5-10%. Entrambi gli agenti antigelo non sono raccomandati per essere usati nel versamento di strutture utilizzate in un ambiente allagato o molto umido, dal momento che essi contribuiscono alla formazione di alcali nel calcestruzzo.


Nel colare strutture critiche, è meglio usare calcestruzzi freddi preparati meccanicamente in condizioni di fabbrica. Le loro proporzioni sono calcolate con precisione in riferimento alla temperatura e all'umidità specifiche dell'aria durante il periodo di fusione.

Le miscele fredde vengono preparate su acqua calda, la proporzione degli additivi viene introdotta in stretta conformità con le condizioni meteorologiche e con il tipo di costruzione in costruzione.